Cronaca Santa Croce Camerina 03/12/2014 18:34 Notizia letta: 33249 volte

Omicidio di Andrea Loris, c'è una terza figura. E' l'indagato principale

Non si conosce la sua identità
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/03-12-2014/1417628156-0-omicidio-di-andrea-loris-c-e-un-terzo-indagato.jpg&size=500x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/03-12-2014/1417629185-1-omicidio-di-andrea-loris-c-e-un-terzo-indagato.jpg&size=876x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/03-12-2014/1417628156-0-omicidio-di-andrea-loris-c-e-un-terzo-indagato.jpg&size=500x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/03-12-2014/1417629185-1-omicidio-di-andrea-loris-c-e-un-terzo-indagato.jpg

Santa Croce Camerina - Una terza figura, iscritta nel registro degli indagati.

Non è Orazio Fidone; non è la mamma di Andrea, che non risulta indagata, al momento. 

La Procura della Repubblica di Ragusa ha iscritto nel registro degli indagati, per sequestro di peronsa e omicidio, una terza figura, di cui non si conoscono le generalità, nell'inchiesta per l'omicidio di Andrea Loris Stival. 

Il procuratore Petralia: "L'indagato è uno". Ma non è Fidone (indagato invece per detenzione di armi da guerra), e non è la mamma del piccolo. 

E si capisce che è un terzo personaggio. Un uomo. Un parente? Un vicino di casa?

"La perquisizione nei confronti di casa Stival non implica l'iscrizione nel registro degli indagati. In realtà non è una perquisizione, ma l'acquisizione di elementi di conoscenza". 

'Oltre al fascicolo a carico di ignoti c'e' l'iscrizione nel registro degli indagati di una persona ma per adesso non possiamo dire chi sia'. Cosi' il procuratore di Ragusa Carmelo Petralia.

Per detenzione di munizioni, invece, è già indagato Orazio Fidone, il cacciatore che ha scoperto il corpo del piccolo. 'Che ci siano attivita' in questo momento - ha aggiunto - non vuol dire che si stia indagando una singola persona. Tali attivita' servono per l'acquisizione di elementi utili per il prosieguo delle indagini'.

Terminata la perquisizione

E' terminata dopo circa due ore e mezza la perquisizione nella casa dei genitori di Andrea Loris Stival, ucciso a Santa Croce Camerina. Gli accertamenti, confermano fonti investigative, sono stati eseguiti dalle forze dell'ordine per verificare l'esistenza di elementi utili alle indagini. Sul posto hanno operato polizia e carabinieri. Il provvedimento e' scattato dopo le contraddizioni emerse dai fotogrammi di un video che escluderebbero la presenza del bimbo nell'auto della madre, intorno alle 8.15 di sabato scorso, circostanza che smentirebbe la ricostruzione della donna.
 

“Esiste una serie di video che sono allo studio. Ci sono 42 telecamere su 24 ore e sono tutte interessanti ed utili”. Lo ha detto il procuratore Petralia, in un incontro con i giornalisti per fare il punto sull’omicidio. Si è poi soffermato sulla perquisizione in casa Stival: “Non si sta indagando nei confronti di una specifica persona, si tratta di atti specifici di polizia giudiziaria per l’acquisizione di elementi che potrebbero rivelarsi utili al proseguimento delle indagini”. Il procuratore ha poi sottolineato più volte che le uniche informazioni ufficiali sono quelle veicolate dalla Procura: tutto il resto “rischia di essere informazioni sbagliate e che danneggerebbero, forse in modo irreparabile, le indagini”.

"E' un'indagine a 360 gradi, a cerchi concentrici, che prende in considerazione prima tutti le ipotesi che possono verificarsi, e poi i centri piu' piccoli, dove vengono privilegiate alcune ipotesi investigative".

"Alcune sono state percorse, qualcun'altra e' in fase di percorrimento. Lo scopo e' quella di fare un'indagine per esclusione, e laddove un'ipotesi si rivela non utile da percorrere, la si esclude per andare a concentrarsi sulle altre. Speriamo di giungere in tempi relativamente brevi di arrivare al cerchio centrale, col nome del responsabile del delitto", ha concluso Petralia.

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1508745275-3-toys.jpg