Cronaca Santa Croce Camerina 04/12/2014 17:43 Notizia letta: 6376 volte

Mamma di Loris interrogata: Mio figlio preso in giro a scuola

La donna chiamata a rifare il percorso di sabato mattina
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/04-12-2014/1417711473-0-mamma-di-loris-in-questura-mio-figlio-preso-in-giro.jpg&size=500x500c0

Ragusa - La mamma di Loris, Veronica Passarello, è stata riascoltata oggi pomeriggio dagli inquirenti.

La donna è stata chiamata a rifare insieme agli investigatori il percorso che avrebbe fatto la mattina del 29 novembre.

Gli investigatori stanno vagliando le deposizioni della madre sulle circostanze in cui il bambino è stato accompagnato a scuola o meno: "Eravamo in ritardo e c'era traffico, ho lasciato mio figlio a circa 500 metri da scuola" ha affermato Veronica Panarello, la mamma di Loris, nel verbale del 29 novembre. Ma in quello del giorno successivo cambia versione: "Mi sono fermata a poche decine di metri della scuola per farlo scendere". "Avevo notato che il bambino da una settimana era più nervoso del solito" ha ancora messo a verbale lo scorso 30 novembre Veronica Panarello. Il giorno precedente la donna aveva spiegato agli investigatori che "Loris non andava a scuola molto volentieri perchè diceva che lo prendevano in giro".

Dagli esami autoptici risulta che il bambino presenta dei graffi al collo e al viso che, secondo quanto si apprende da più fonti, sarebbero stati causati dal laccio utilizzato per strangolarlo. Il bambino, al momento del ritrovamento, indossava tutti gli abiti che aveva quella mattina, compreso il grembiule di scuola, e gli unici elementi che mancavano erano gli slip e lo zaino, che non sono ancora stati trovati.  

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1508745275-3-toys.jpg