Attualità Ragusa 11/12/2014 22:55 Notizia letta: 2783 volte

Gli errori sul sito del Comune di Ragusa

Manca un criterio
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/11-12-2014/gli-errori-sul-sito-del-comune-di-ragusa-500.jpg

Ragusa - Dopo la vicenda dei sindaci del Comune di Ragusa, brillantemente risolta dall’amministrazione dopo la nostra segnalazione, ci permettiamo farne ancora una. Traiamo sempre dal sito istituzionale del Comune. Ed è bene ricordare che il sito Internet istituzionale di un ente locale è del tutto paragonabile alla sua carta intestata, al suo protocollo, alle sue delibere di giunta, è, in somma, un atto ufficiale a tutti gli effetti.
Nella sezione “Cultura” del citato sito Internet troviamo anche una pagina, invero molto smilza, dei cosiddetti personaggi illustri. In verità le pagine sono due: la prima dedicata ai personaggi illustri nati a Ragusa, la seconda a quelli nati nel resto della Provincia.
Alla prima vengono ascritti soltanto “Madre Candida, Gian Battista Hodierna, Beata Mariannina Schininà, Ammiraglio Salvatore Scrofani e Vann’Antò”. Ci sarebbe qualcosa da ridire.
Nella seconda c’è molto da ridire, a cominciare dall’ordine utilizzato. Non è alfabetico, anche perché chi l’ha compilato ha messo in alcuni casi nome e cognome (Salvatore Quasimodo) e in altri cognome e nome (Licitra Salvatore). Non è certamente l’ordine cronologico: andando dall’alto in basso troviamo il modicano Quasimodo, nato nel 1901, seguito dall’altro modicano Campailla nato nel 1668 e poi ancora La Pira nato nel 1904. Non è un ordine geografico: due modicani, un pozzallese, un comisano, e poi di nuovo modicani seguiti da un acatese. E nemmeno per categoria: scrittore, filosofo/medico, politico/santo, scrittore, tenore.
Forse, si potrebbe ipotizzare, un’elencazione per quella che parrebbe la importanza del personaggio, o la conoscenza che di lui si ha allo stato attuale.
Ma anche in tal caso non si capisce bene come si ragiona al Comune di Ragusa, posto che Serafino Amabile Guastella è certamente più noto e importante del tenore Salvatore Licitra, che pure nell’elenco lo precede, così come il comisano Salvatore Adamo, cantante di fama mondiale, è certamente più noto del regista modicano, seppure molto famoso anch’egli, Aurelio Grimaldi.
Si notano poi alcune clamorose dimenticanze: Pietro Floridia, musicista modicano oggi semidimenticato ma, solo mezzo secolo fa, considerato alla stregua di un Verdi. O Clemente e Giovanpietro Grimaldi, fratelli l’uno agronomo e l’altro fisico, presidi di Facoltà e Magnifico Rettore dell’Università di Catania. Oltre alla totale mancanza di donne nell’elenco, eppure Grazia Dormiente potrebbe starci benissimo, non si può non notare come il curatore dell’elenco dei personaggi illustri nati in Provincia abbia fatto un lavoro monco, frettoloso, confusionario. Lo si capisce da due particolari: si guardi l’immagine, tratta dal sito, che proponiamo a margine: spiace far notare che il bravissimo tenore Licitra, nato nel 1968 (e a Berna, e non ad Acate come riportato nella pagina del sito, seppure da genitori acatesi), è morto giovanissimo, già tre anni fa, nel 2011, ma nessuno ha mai inserito la data di morte. E poi un altro, veniale se si vuole, ma evidentissimo errore: lo storico modicano Emanuele Ciaceri, nato nel 1869 e morto nel 1944, è presente due volte, prima come Ciaceri Emanuele, il nono partendo dall’altro, e poi come Emanuele Ciaceri, ultimo in elenco.
Ma chi ha redatto l’elenco rimane comunque – nella sua distratta e frettolosa compilazione – uno che la sa lunga, perché nell’elenco ha voluto inserire anche un tale “Andrea Giovanni Lo Bianco detto il Comiso – (Comiso) – Pittore”. Lo trovate al penultimo posto dell’elenco. Chi scrive, e lo confesso serenamente, ha appreso della sua non inquadrabile cronologicamente esistenza, solo leggendo la pagina “Personaggi illustri” del sito Istituzionale del Comune di Ragusa.

Saro Distefano