Cronaca Santa Croce Camerina 11/12/2014 19:26 Notizia letta: 9234 volte

Veronica, torna l'ombra di un complice che ha aperto al bambino

Interrogato Mister X oggi pomeriggio
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/11-12-2014/1418322451-0-veronica-torna-l-ombra-di-un-complice-che-abbia-aperto-al-bambino.jpg&size=731x500c0

Santa Croce Camerina - Spunta un nuovo elemento all'interno dell'intricata vicenda che ha portato il 29 novembre alla morte del piccolo Loris Stival. Secondo la ricostruzione dei parenti della vittima, compreso il padre, Davide Stival, Loris non poteva in nessun modo avere le chiavi di casa. Ma allora - questo il quesito irrisolto - com'è entrato il bambino, sempre nel caso vi sia entrato davvero, nella palazzina di via Garibaldi dopo la discussione con la madre e dopo non essere salito in macchina?

Qualcuno poteva trovarsi già all'interno della casa, mentre la mamma, Veronica Panarello, almeno stando alle ricostruzioni, era assente per accompagnare il fratellino all'asilo. Non sarebbe stata lei, dunque, ad avere aperto la porta a Loris. 

Proprio oggi pomeriggio Mister X sarebbe stato interrogato in Procura. Spunta un amante nel passato della donna.

Intanto, la vigilessa Giuseppa Schembari, in servizio davanti la scuola Falcone e Borsellino, sabato 29 novembre, ha detto: "Rammento di aver notato la macchina di Veronica Panarello nei pressi della scuola di Loris il giorno della scomparsa del piccolo", aveva detto. La vigilessa poi aveva aggiunto, e successivamente ritrattato: "La donna al volante della Polo era di sicuro la madre di Loris, ma non posso dichiarare con assoluta certezza che la circostanza fosse legata alla mattina della scomparsa del bambino".

E poi c'è sempre la dichiarazione della madre di Veronica, Carmela Aguzza, che ieri, 10 dicembre, aveva dichiarato: "Mia figlia non può aver agito da sola, di sicuro copre qualcuno. È sempre stata una ragazzina irrequieta, viziata e bramosa di attenzioni, ma da qui a diventare un'assassina ce ne corre, e di questo sono certa, anche se non ci sentivamo da tempo prima che, in preda ad una comprensibile angoscia, mi accusasse di aver preso il suo bambino".

Lei, Veronica, nel frattempo continua a dichiararsi innocente e implora il marito di non abbandonarla: "Mi mancano i miei figli, Loris e il più piccolo, che è solo a casa. Davide, non mi abbandonare anche tu, sono innocente".

La madre Carmela oggi è più conciliante

"Se Veronica avesse bisogno di me, per qualunque cosa, io ci sono. In questo momento tutto il mondo ha abbandonato mia figlia Veronica, abbiamo avuto problemi, ma sono la madre e ci sono". Loris, parla la nonna: "Tutto il mondo ha abbandonato mia figlia, io no". A parlare e' Carmela Anguzza, madre di Veronica Panarello, in carcere con l'accusa di aver ucciso il figlio Loris. Carmela Anguzza appare oggi piu' morbida nei confronti della figlia, che fino a ieri aveva descritto impietosamente.

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg