Attualità Scicli 15/12/2014 11:53 Notizia letta: 2159 volte

L'on. Ragusa: apriamo il convento della Croce

Con personale Asu
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/15-12-2014/1418640874-0-l-on-ragusa-apriamo-il-convento-della-croce.jpg&size=611x500c0

Scicli - L’on. Orazio Ragusa ha accompagnato il direttore generale del dipartimento regionale dei Beni culturali, Rino Giglione, assieme alla soprintendente di Ragusa, Rosalba Panvini, alla effettuazione di un sopralluogo all’ex convento della Croce, a Scicli. Dopo avere recuperato la somma di 100mila euro necessari per garantire il completamento, già avviato, dell’intera opera di ristrutturazione, completamento che, quasi di certo, prenderà il via nel prossimo mese di gennaio, l’on. Ragusa ha spinto affinché possano essere definite le procedure per la piena utilizzazione del bene monumentale che sorge sulla sommità di una delle colline che sovrastano la città barocca.

In particolare, il direttore Giglione si è detto disponibile a dare corpo a quella intesa, ventilata già nelle scorse settimane, tra assessorato regionale, Soprintendenza, Comune e istituto Quintino Cataudella che consentirà di potere finalmente aprire il sito ai turisti. La fruizione si realizzerà attraverso l’utilizzo di personale Asu, messo a disposizione dall’assessorato regionale, con la collaborazione degli studenti del Cataudella.

“Questa convenzione – spiega l’on. Ragusa – potrà finalmente vedere la luce dopo che il direttore Giglione ha verificato che il sito è meritevole di attenzione e di grande apprezzamento e quindi è opportuno operare affinché possa rimanere aperto per la fruizione. In collaborazione anche con il preside dell’istituto Cataudella, il prof. Vincenzo Giannone, ci si vuole muovere verso questa direzione che per la città di Scicli è completamente innovativa”. Scicli, con l’apertura definitiva dell’ex convento della Croce, avrà l’opportunità di potere contare su un ulteriore punto di riferimento per i turisti che scelgono come meta le bellezze architettoniche e paesaggistiche del Val di Noto.

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg