Cronaca Agrigento 22/12/2014 08:35 Notizia letta: 4211 volte

Veronica: perché il mio cuore di fiori non è stato fatto entrare in chiesa?

Veronica non ha potuto vedere le immagini del funerale del figlio
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/22-12-2014/veronica-perche-il-mio-cuore-di-fiori-non-e-stato-fatto-entrare-in-chiesa-500.jpg

Agrigento - Veronica Panarello ha scritto due lettere al marito Davide Stival. Lo ha rivelato ieri il suo legale, l’avvocato Francesco Villardita, che è andata a trovarla nel carcere di Agrigento, in contrada Petrusa. «Noi legali non siamo tenuti a sapere le motivazioni» del trasferimento (Panarello in precedenza era detenuta a Catania) e «ne prendiamo solo atto» ha detto l’avvocato. «Ho trovato la signora fortemente turbata per la morte del figlio ma assolutamente determinata a combattere per la sua libertà» ha aggiunto.

Sul contenuto delle lettere, l’avvocato ha detto che la donna ha rivolto domande precise al marito: «Come puoi dopo dieci anni di matrimonio non conoscere tua moglie e come puoi avere dubbi sul fatto che io abbia potuto ammazzare nostro figlio?».

L’avvocato Villardita ha parlato anche di altre due circostanze che riguardano la madre di Loris. «Veronica non ha potuto vedere le immagini del funerale del figlio. Ha preso troppo male, troppo male che il cuore di fiori non sia stato fatto entrare in chiesa» ha detto. Ora il cuscino con la scritta «Loris» è stato posto accanto alla tomba del bambino al cimitero. Villardita ha infine detto che «il padre di Veronica è stato a trovarla ieri» e ha definito «dolcissimo l’incontro tra padre e figlia».

Redazione