Cronaca Pozzallo 27/12/2014 13:55 Notizia letta: 1819 volte

Reo confesso lo scafista di Pozzallo

Un morto sulla barca
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-12-2014/1419684988-0-reo-confesso-lo-scafista-di-pozzallo.jpg&size=500x500c0

Pozzallo - Fermato lo scafista dello sbarco di venerdì a Pozzallo. Si tratta Bojng Kebba, dello Gambia, 25 anni, reo confesso. E’ stato riconosciuto, appunto, come colui che ha condotto il gommone sul quale erano stipati 104 migranti. Raccolti gravi indizi di colpevolezza a suo carico grazie alle testimonianze. Messo davanti ai fatti commessi, l’uomo ha ammesso le proprie responsabilità agli investigatori, quindi, è stato sottoposto a fermo di Polizia Giudiziaria. È responsabile di aver condotto il gommone dalle coste libiche fino a quando non è stato intercettato da una mercantile. Purtroppo, com’è noto, un giovane migrante ha perso la vita durante la traversata e per questo motivo lo scafista dovrà rispondere anche del reato di morte come conseguenza di altro delitto.
Durante il soccorso del gommone con a bordo 104 persone, i marittimi si avvedevano che c’era il corpo senza vita di un giovane africano riverso al centro del natante con la faccia in giù.
Recuperati tutti i migranti ed il cadavere, i passeggeri erano stati trasferiti a bordo di una nave militare italiana che li ha condotti al porto di Pozzallo.

Redazione