Cronaca Ragusa 30/12/2014 12:43 Notizia letta: 6209 volte

Finanza sequestra mezzo milione a dirigente Enaip per truffa

Alla Regione
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/30-12-2014/1419940004-0-finanza-sequestra-mezzo-milione-a-dirigente-formazione-per-truffa.jpg&size=895x500c0

Ragusa - Gli investigatori del Nucleo Polizia Tributaria di Ragusa, a conclusione di una complessa attività di controllo espletata nei confronti di un Ente di Formazione Professionale di Ragusa, hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Ragusa per l’importo di quasi 500.000,00 euro.

Il provvedimento è stato emesso dal GIP su specifica richiesta formulata dalla dott.ssa Federica Messina, Sostituto Procuratore della Repubblica di Ragusa, che ha diretto e coordinato le indagini, finalizzate a verificare il regolare svolgimento di diversi corsi di formazione professionale finanziati dalla Regione Siciliana.

E’ stato appurato che il Presidente dell’Ente in questione e altri 3 dirigenti, al fine di poter usufruire dei finanziamenti pubblici, hanno perpetrato una truffa nei confronti della Regione Siciliana, mediante attestazioni false di regolare svolgimento di corsi di formazione, di regolare frequenza degli studenti alle lezioni, mancata indicazione nei registri di classe delle assenze e firme false di presenza giornaliera degli alunni.

In alcuni casi è stato rilevato che presso l’Ente sono state effettuate attività didattiche inesistenti, in orari e giorni diversi a quelli effettivi, ed è stato aumentato il numero delle ore di lezioni rispetto a quello effettivamente svolto.

Il sequestro preventivo, emesso dall’Autorità Giudiziaria nella formula del sequestro per equivalente, ha lo scopo di sottrarre alla disponibilità degli imputati una somma pari a quella del profitto, ogniqualvolta non è possibile aggredire direttamente l'oggetto del profitto.

Il sequestro ha interessato sia le disponibilità finanziarie attive, giacenti in diversi rapporti bancari, che i beni immobili intestati ai soggetti coinvolti a vario titolo nell’inchiesta penale.

In particolare sono stati sottoposti a sequestro n. 10 unità immobiliari per un valore catastale pari a circa € 400.000,00 e somme giacenti nei rapporti bancari per circa € 60.000,00.

L’attenzione dell’opinione pubblica e le nuove scelte di Governo hanno determinato un deciso accrescimento dell’importanza del settore della Spesa Pubblica.

In tale contesto, la Guardia di Finanza essendo un Corpo di Polizia Economica Finanziaria, assume un ruolo importante e pressoché esclusivo rispetto alle altre Forze di Polizia.

Redazione