Attualità Scicli

Giuseppe Inzinza allievo della Scuola Militare Navale

Ha 15 anni

Scicli - Grande affetto e vicinanza da parte di tutta la comunità locale per un ragazzo che, con determinazione ha voluto offrirsi al servizio degli altri. Per Giuseppe Inzinza, 15 anni, allievo del primo Corso “Nereus” (2014/2017) della Scuola Navale Militare Francesco Morosini, la Santa Messa è stata mistica. Nella chiesa parrocchiale del Carmine, durante la Messa di giorno 28 dicembre 2014 ha infatti avuto luogo il rito della benedizione dello spadino: l’investitura ufficiale dell’allievo che consacra davanti a Dio la fedeltà agli alti valori e ai principi che ispirano questa scelta.
Lo spadino, viene offerto a Gesù che nasce, è il simbolo dello status di allievo ed è parte integrante della sua divisa, custodendo valori come onore, dignità, lealtà, fedeltà, audacia, fierezza e coraggio. Per il rito che segue codici ben precisi, tra i quali quello di non sguainarlo prima della solenne benedizione, Giuseppe ha scelto di essere affiancato dai suoi genitori. Dello spadino si dice, anche, chi lo estrae dal fodero non tradirà mai il cadetto, da qui l’ usanza di farlo estrarre dal fodero per la prima volta dalla propria madre, in segno di fedeltà profonda per il figlio che ha deciso di intraprendere una scelta professionale motivo di orgoglio per tutta la famiglia. Ricevuta la benedizione il papà lo prende in consegna e lo ripone. La cerimonia ha reso tutti partecipi della scelta di Giuseppe, e si è conclusa con la lettura della preghiera dell’Allievo, che racchiude tanti principi e valori che si tramandano da secoli.
La Scuola Navale Militare Francesco Morosini è Istituto di Formazione della Marina Militare Italiana, tra i licei più prestigiosi d’Italia. Scuola di istruzione di secondo grado dove si svolgono gli ultimi tre anni del liceo scientifico e classico, è unica in Italia per ordine di studi, struttura organizzativa, tipologia dei ragazzi che la frequentano, motivazioni che richiede, possibilità che offre e vita che fa condurre. Alla preparazione scolastica affianca attività formative e addestrative sia per terra che per mare a bordo della più famosa nave scuola a vela del mondo l’Amerigo Vespucci. Suo compito fondamentale è dare ai giovani una solida base culturale, una profonda educazione civica, un sano amor di Patria ed attaccamento alle Istituzioni, unitamente ad un modo di agire costantemente ispirato ai valori che sono sintetizzati nel motto “Patria e Onore”. Consente sbocchi professionali non indirizzati esclusivamente all’arruolamento nelle Forze Armate, ma anche all’impiego nel mondo civile. "Scuola di eccellenza", da cui sono usciti molti uomini di punta dell'attuale contesto politico/economico italiano e Ufficiali Superiori/Ammiragli in servizio che hanno guidato e guidano le sorti della Marina. Alla Scuola si accede con il superamento di un concorso pubblico indetto a livello nazionale dal Ministero della Difesa. Di tutti gli aspiranti allievi di quest’ anno solo 68 sono stati ammessi (50 per l’indirizzo scientifico e 18 per l’indirizzo classico). Giuseppe, avendo raggiunto in tutte le prove di selezione il punteggio massimo, si è classificato primo nella graduatoria di merito finale e per questo è stato insignito del grado di Capo Corso. Per l’anno 2014 inoltre è risultato vincitore anche del concorso pubblico per l’accesso alla prestigiosa scuola militare dell’Esercito “Nunziatella” di Napoli.
Dal 4 Settembre 2014, trasferitosi a soli 15 anni a Venezia, ha già avuto grandi soddisfazioni. In occasione della cerimonia dell’inaugurazione dell’anno scolastico 2014/2015 lo scorso 18 ottobre è stato anche premiato, in qualità di Capo Corso, con una pergamena consegnatagli personalmente dall’attuale Capo di Stato Maggiore della Difesa Ammiraglio Luigi Binelli Mantelli (ex morosiniano). Al termine della suddetta cerimonia Giuseppe, recitando la rituale formula di scambio, ha ricevuto dal Capo Corso del secondo anno “Atlas” il vessillo ufficiale della scuola.

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif