Cronaca Santa Croce Camerina 11/01/2015 02:49 Notizia letta: 8018 volte

Quarto Grado: i complici di Veronica

Esce di scena il cacciatore
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/11-01-2015/quarto-grado-i-complici-di-veronica-500.jpg

Roma - Durante la trasmissione Quarto Grado, in onda venerdì sera, su Rete Quattro, al centro dell’attenzione il caso di Andrea Loris Stival, il bambino di 8 anni assassinato a Santa Croce Camerina. Per gli inquirenti il delitto é stato compiuto dalla madre della vittima, Veronica Panarello. Secondo la Procura di Ragusa gli indizi a carico della giovane donna sono tanti e concordanti, anche se manca il movente. Gli esperti nello studio di Quarto Grado hanno ipotizzato che gli inquirenti probabilmente speravano in un crollo emotivo della detenuta che non é ancora avvenuto e che creerebbe non pochi problemi per fare “quadrare il cerchio”.

L’avvocato della Panarello, Francesco Villardita, nello studio di Quarto Grado, ha replicato come le telecamere che hanno ripreso il tragitto in macchina della sua assistita, non sarebbero attendibili poiché non allineate temporalmente. Inoltre ci sarebbero due testimoni che avrebbero visto Andrea Loris Stival nell’auto della madre, dunque secondo le loro versioni il bambino non sarebbe rientrato in casa e avrebbe compiuto il percorso per andare a scuola. La difesa contesta l’ora della morte e l’arma del delitto, affermando che la compatibilità delle fascette in ambito penale non sono certezza.

Nel frattempo la Procura di Ragusa continua le sue indagini e si ha notizia di tre persone sospettate tra cui si troverebbe il complice materiale o anche solo morale di Veronica Panarello, mentre si profila un alleggerimento dell posizione di Orazio Fidone il cacciatore che ha ritrovato il corpo senza vita di Loris. Su di lui gli investigatori, dopo accertamenti tecnici sui cellulari e sul suo piccolo fuoristrada non avrebbero trovato elementi che ne dimostrerebbero il coinvolgimento nelle fasi dell’omicidio e dell’occultamento del cadavere del piccolo Loris, comunque continua a restare indagato.
 

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg