Cronaca Ragusa

San Giacomo, rapinati e imbavagliati

Un fenomeno in crescita

Ragusa - “Una traumatica esperienza per due residenti di San Giacomo. Sono rimasti, infatti, vittima di un duo di malviventi che li hanno legati e imbavagliati e hanno fatto man bassa di quanto sono riusciti a trovare nella loro abitazione. Si tratta di un episodio che, nella sua gravità, ripropone con forza la questione dell’installazione di alcune telecamere per la videosorveglianza, magari nelle aree di accesso al centro abitato, al servizio della frazione rurale di Ragusa”. E’ la denuncia che arriva dal consigliere comunale del movimento “Il Megafono”, Mario Chiavola, anche alla luce del grande allarme sociale che a San Giacomo l’episodio in questione ha creato. “Sembra che sia lo stesso modus operandi – prosegue Chiavola – utilizzato da altri malfattori in varie zone della provincia. Ma questo è un aspetto che attiene agli inquirenti non certo al sottoscritto che, invece, pone la questione dal punto di vista politico. Chiediamo all’Amministrazione comunale di individuare le somme necessarie, riteniamo che non saranno particolarmente consistenti e comunque questo è un particolare che non rileva a fronte della necessità di sicurezza che ravvisa la gente, per dotare la zona di un minimo sistema di telesorveglianza. La questione ordine pubblico è diventata una priorità. Chissà come sarebbe potuta finire questa rapina se fosse stato accennato un minimo di reazione da parte delle vittime. Siccome è necessario che la prevenzione possa diventare la stella polare che muove le azioni degli enti locali territoriali, chiediamo all’Amministrazione comunale di trovare, in tempi rapidi, una soluzione perché all’incresciosa vicenda possa essere data una risposta in termini operativi. Noi siamo pronti a sostenere, sul piano politico, qualsiasi intervento che sarà condotto verso questa direzione”.

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif