Giudiziaria Santa Croce Camerina 26/01/2015 15:55 Notizia letta: 9477 volte

Caso Loris, riascoltato Davide Stival

Una famiglia al collasso
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/26-01-2015/1422284188-0-caso-loris-riascoltato-davide-stival.jpg&size=801x500c0

Santa Croce Camerina - Nei giorni scorsi Antonella Panarello non è stata l’unica ad essere riconvocata in Questura per rispondere alle domande degli inquirenti che indagano sulla morte del piccolo Loris. Nella giornata di mercoledì 21 gennaio, infatti, sono stati risentiti anche Enza Emmolo, la signora che da subito raccontò ai carabinieri di aver incrociato per strada un bambino simile a Loris, alle 8.35 del 29 novembre, e Davide Stival.

Il giovane padre del bambino brutalmente ucciso, del cui omicidio è accusata Veronica Panarello, nonché madre del piccolo e moglie di Davide, è stato per ben 5 ore davanti agli inquirenti. Cosa gli hanno domandato? Cosa volevano sapere da lui? A questo punto delle indagini che secondo fonti vicine alla Procura sarebbero giunte ad una svolta, le parole del padre di Loris sono risultate utili agli investigatori che necessitavano di chiarire alcuni punti in merito alle testimonianze raccolte finora.

A Davide Stival è stato chiesto se avesse mai avuto cognizione di relazioni extraconiugali di sua moglie, ma l’uomo ha risposto negativamente al quesito, come confermato dal suo legale, Daniele Scrofani. Gli è stato poi chiesto di ricostruire e descrivere nel dettaglio il tenore e i contenuti delle telefonate intercorse tra lui e Veronica il 29 novembre; gli inquirenti hanno voluto inoltre la conferma che sua moglie utilizzasse Facebook e WhatsApp dallo smartphone. Ancora, gli è stato chiesto quali fossero le abitudini di suo figlio Loris, se fosse solito vestirsi da solo e se dall’armadio mancasse qualche indumento appartenente al piccolo.

Loris, Veronica lancia pesanti accuse alla madre: 'Sono in carcere per colpa tua'

La mamma del piccolo Loris, sospettata dell'omicidio del figlio, avrebbe detto: «Se io sono qui è colpa vostra, tua e di Antonella, perché avete fatto delle dichiarazioni piene di bugie e dopo vi siete contraddette».
Veronica avrebbe poi aggiunto: «Devi dire ad Antonella di smetterla, di finirla di speculare mediaticamente sull’accaduto».

Carmela Anguzza, ha risposto a Veronica: «Scusami Veronica, ma non è vero, non mi sono contraddetta, hanno interpretato male ciò che ho detto negli incontri in cui sono stata ascoltata».
La mamma del piccolo ucciso ha poi ribadito la sua innocenza sostenendo di aver amato Loris sopra ogni altra cosa, così come ama suo figlio Diego, poi ha concluso parlando del marito, sostenendo di non averlo mai tradito: «Quando uscirò se mio marito vorrà ricomporre la famiglia io sarò fiera e pronta».
 

Redazione