Attualità Ragusa 27/01/2015 19:27 Notizia letta: 3813 volte

Il Comune di Ragusa cerca aziende per trasporto disabili

Il bando scade il 9 febbraio
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-01-2015/il-comune-di-ragusa-cerca-aziende-per-trasporto-disabili-500.jpg

Ragusa - È quasi giunto alla scadenza il bando di gara del Comune di Ragusa per il trasporto di disabili ammessi a terapia riabilitativa, che parte da un base di 140.000 euro più IVA, per la durata di due anni. Il termine è infatti previsto per il 9 febbraio a mezzogiorno, in cui dovranno essere consegnate le domande al comune.
Per la partecipazione alla gara è prevista una cauzione pari al 2% dell’importo totale (cioè 2.800 euro), ma può anche scendere all’1% in caso si riesca a fornire il certificato di qualità. I partecipanti devono essere iscritti alla CC.I.AA per le attività prevista per la gara, e dovranno inoltre presentare il fatturato degli ultimi tra esercizi, indicando l’importo dei servizi svolti in un settore simile a quello della gara, e l’importo non deve essere inferiore ai 50.000 euro. Nel caso di raggruppamento o di consorzio, almeno un’impresa dovrà raggiungere questa cifra. L’offerente naturalmente può svincolarsi dopo i primi 180 giorni.
Sarà scelta l’offerta più bassa presentata. L’offerta per partecipare alla gare deve arrivare in un plico sigillato, e può essere spedita tramite posta, anche non statale, oppure a mano nella sede del Comune di Ragusa, come già specificato in precedenza, che si trova a Corso Italia 72. Sul plico deve essere indicato il motivo della gara, deve essere controfirmato, sigillato sui lembi con ceralacca.
Sul plico dovrà essere apposto il codice a barre PASSOE rilasciato dal servizio AVCPASS, ed all’interno dovrà essere presente documentazione all’interno di buste, a loro volta sigillate e controfirmate. Nella prima busta va presentata la documentazione amministrativa, con la quale il concorrente chiede di poter partecipare alla gara da parte del rappresentante legale della ditta; con essa va consegnato il documento di identità di quest’ultimo.
In questo documento saranno presenti le dichiarazioni in cui il rappresentante accetta le condizioni contrattuali, dichiarando inoltre come abbiamo già spiegato, l’importo del fatturato degli ultimi tre esercizi, i servizi resi e l’importo che non deve essere inferiore a 50.000. Vanno inoltre indicati i nominativi, le date di nascita e la residenza del titolare e del direttore tecnico, oppure di altre figure, nel caso si tratti di tipi di società più complessi.
È necessario inoltre dichiarare di non essere coinvolti in alcuna causa di esclusione da altre gare, di non trovarsi in una situazione di fallimento oppure liquidazione coatta, e che non esiste alcuna condanna penale, di non aver commesso gravi infrazioni accertate, di non aver commesso alcuna negligenza, di non aver commesso violazioni gravi sui pagamenti di tasse, o sulle norme su contributi previdenziali, o ancora di non essere iscritto a nessun casellario informatico per aver fornito false dichiarazioni.
Va inoltre dichiarato di non essere stato vittima di uno dei reati citati in precedenza, oppure di aver denunciato, e di aver formulato l’offerta in maniera autonoma. Va indicato per quale consorzio l’azienda partecipa, e nel caso quale appalto intende subappaltare (che comunque non dovrà essere superiore al 30%).
Nella seconda busta, quella dell’Offerta economica, bisognerà consegnare l’offerta percentuale a ribasso, sia in lettere che in cifre, e i costi relativi alla sicurezza. L’offerta su carta da bollo deve essere sottoscritta dall’imprenditore, o dal rappresentante legale dell’azienda. Anche in questo caso la busta deve essere assolutamente chiusa con ceralacca e controfirmata su tutti i lembi.
Se interessasse questa gara, per maggiori informazioni, oppure se si fosse interessati ad altri bandi in Sicilia si consiglia di visitare il portale editoriale www.appaltitalia.it.

Redazione