Sport Ragusa 09/02/2015 22:15 Notizia letta: 2318 volte

La Pegaso Ragusa al torneo di Fano

Sconfitto il Trapani
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-02-2015/la-pegaso-ragusa-al-torneo-di-fano-500.jpg

Ragusa - La Pegaso Ragusa vince l'ultima partita in casa e rafforza il primato in classifica generale. Già laureatasi con tre turni d'anticipo campione regionale di basket nella categoria under 15 d'eccellenza i Ragusani hanno sconfitto al Palaminardi gli avversari di sempre, la Virtus Trapani con il punteggio di 71 a 59. Partita intrapresa con la giusta grinta e determinazione sin dalle prime battute con i Ragusani che chiudono il primo quarto sul punteggio di 24 a 7 assaporando già odor di vittoria. Nella seconda frazione di gioco gli ospiti, complice un certo appagamento da parte degli Iblei con relativo calo di concentrazione, recuperano qualche punto e si va al riposo sul parziale di 44-34 in favore della Pegaso. Ritmi più blandi nel terzo quarto (53-44) e sprazzi di bel gioco nell'ultima frazione di gioco che portano i ragazzi del duo Dimartino-Gebbia alla tredicesima vittoria consecutiva con il punteggio finale di 71 a 59. Buone le prove di Chessari (19 punti), Ianelli (17), Longo (15) e Antoci (11) tra le fila della Pegaso e di Genovese (20) e Guaiana (16) per la Virtus Trapani.
Già archiviata da un bel po’ la conquista del titolo regionale - afferma il coach Dimartino - adesso mente rivolta al Torneo di Fano a cui parteciperemo dal 13 al 17 febbraio, dove avremo la possibilità di confrontarci con squadre titolate a livello nazionale quali in testa a tutte la Virtus Roma, che guida attualmente insieme alla Stella Azzurra Roma il campionato under 15 d'eccellenza nel Lazio, a seguire Bee Basket Pescara e Vuelle Pesaro (squadre che abbiamo incontrato alle finali nazionali di luglio scorso a Bormio) e ancora PMS Torino e Poderosa Montegranaro. Questa competizione per noi - prosegue coach Gebbia – sarà un banco di prova importante che ci permetterà di cominciare a capire quali potranno essere le ns ambizioni, i nostri pregi e i nostri limiti nella seconda parte del campionato under 15 d'eccellenza.

Redazione