Cronaca Vittoria 17/02/2015 10:00 Notizia letta: 5018 volte

Bancarotta, 19 indagati alla coop Rinascita

Un sequestro della Finanza
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/17-02-2015/bancarotta-19-indagati-alla-coop-rinascita-500.jpg

Vittoria - Il Nucleo Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Ragusa, su disposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica di Ragusa Dr.ssa Monica MONEGO, ha dato esecuzione al decreto di sequestro preventivo emesso dal GIP presso il Tribunale di Ragusa, Dr. Claudio MAGGIONI, di terreno edificabile di oltre mq. 5.900,00 nonché di entrostanti fabbricati di tipo industriale estesi per oltre mq. 1.700,00 per un valore orientativo di oltre 1.000.000,00 €, ubicati nel comune di Vittoria e già appartenuti alla cooperativa RINASCITA di Vittoria, espressione dell’associazionismo ipparino nel campo della commercializzazione dei prodotti agricoli.

L’attività effettuata si inserisce nell’ambito di complesse indagini di P.G. coordinate dalla Procura della Repubblica di Ragusa, in ordine alle note vicende aziendali che sono culminate con il commissariamento e la successiva liquidazione coatta amministrativa della Cooperativa RINASCITA di Vittoria.

La dettagliata ricostruzione dei fatti e situazioni effettuata dalla Polizia Tributaria di Ragusa nel suo complesso ha consentito, tra l’altro, di accertare ben definite responsabilità a carico di 19 (diciannove) persone, risultate coinvolte a vario titolo nell’amministrazione della cooperativa RINASCITA, oppure in qualità di amministratori di terze società, e comunque tutti indagati in concorso per reati di bancarotta fraudolenta.

In dettaglio, l’asse immobiliare oggetto di sequestro è stato distratto dal complesso patrimoniale della Cooperativa RINASCITA attraverso ripetute e artificiose interposizioni societarie, determinanti il giuridico trasferimento dei beni immobili a favore di una ben individuata società di diritto maltese, appositamente costituita e strumentale agli scopi da perseguire.

Il sequestro preventivo operato dalle Fiamme Gialle offre all’ordinamento un valido strumento per cautelare beni che rappresentano il profitto del reato di bancarotta fraudolenta.

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg