Attualità Modica 09/03/2015 11:14 Notizia letta: 3073 volte

Tery Sammito, mamma coraggio

Morta a 32 anni per dare alla luce il figlio
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-03-2015/1425896110-0-tery-sammito-mamma-coraggio.jpg&size=261x500c0

Modica - “A te donna, madre, moglie, sorella, compagna, amica... A te donna, insostituibile fonte di vita, sostegno, speranza, calore per uomini e civiltà... A te che sei semplicemente Donna”. È l’augurio postato per la Festa delle donne sul profilo Facebook di Teresa Sammito, detta Tery, la mamma coraggio modicana di 32 anni che se n’è andata lasciando una traccia indelebile di amore per il suo bambino appena nato.
Hanno pensato a lei i suoi amici in una giornata emblematica per la donna come quella che è stata celebrata ieri in tutto il mondo, perché Tery non la dimenticheranno mai. Lei se n’è andata dopo un gesto estremo d’amore. Ha scelto di portare avanti la gravidanza, malgrado non le fosse stato consigliato.
E il suo piccolino sta bene, anche se nato con due mesi di anticipo. Quando crescerà apprenderà di quanto amore sia stata capace la sua mamma, conoscerà la difficile e coraggiosa decisione di Tery che ha scelto di portare avanti la gravidanza malgrado fosse stata messa al corrente dai medici dei grossi rischi cui andava incontro facendolo. Cinque anni prima, infatti, a Tery era stato diagnosticato un linfoma che la esponeva a rischio in caso di gravidanza. Ma lei aveva appreso con gioia di essere rimasta incinta ed era tanto felice per quella vita che le cresceva in grembo, nonostante al quarto mese le avessero consigliato di abortire. “Il Signore sa cosa fare” - aveva risposto.
E si era buttata a capofitto nei preparativi per accogliere al meglio il suo ometto che stava per affacciarsi al mondo. Aveva scelto con gioia il corredino. Ma Tery non ha fatto in tempo a cullare tra le sue amorevoli braccia il suo grande amore, l’amore della sua vita. È deceduta all’ospedale “Cannizzaro” di Catania quarantotto ore dopo averlo dato alla luce. Quel cuore che batteva solo per suo figlio si è arrestato.
I medici del nosocomio catanese al primo arresto cardiaco sono riusciti a riprenderla per poi decidere per il coma farmacologico, ma due giorni dopo la situazione è precipitata. Un nuovo arresto cardiaco con conseguente emorragia celebrale ha stroncato la vita di “mamma coraggio”.
Tery sicuramente continuerà a proteggere il suo piccolo dal cielo, dove è stata chiamata. Ne sono convinti i familiari, i suoi amici e i conoscenti, in tantissimi presenti per l’ultimo saluto nel duomo di San Giorgio.
L’hanno voluta salutare riempiendo di fiori d’ogni colore il duomo, lo stesso scelto da Tery e da suo marito Salvatore per coronare il loro sogno d’amore lo scorso 30 aprile. “Grazie perchè mi hai donato la vita, mentre per te c’era solo il dolore” si è cantato durante la celebrazione della messa a San Giorgio, dove il parroco, padre Giovanni Stracquadanio, ha sottolineato come l’amore (quello che possedeva Tery) è capace di superare ogni egoismo al punto che “mamma coraggio” ha sacrificato la sua vita per una creaturina pronta a venire al mondo.
“Il tuo viaggio inizia in un mondo nuovo fatto solo d’amore, un amore grande come quello che tu hai donato a tutti coloro che hai incontrato nel tuo percorso di vita, un amore immenso come quello che tu hai donato al tuo piccolo – scrive un’amica su Facebook -. Che tu possa da lassù essere ancora e per sempre un esempio di Vita per tutti noi... Ciao”.

Sei in paradiso

“Le persone come te solo in Paradiso possono andare”. Lo scrive un’amica di Tery Sammito, la “mamma coraggio” di Modica, sul suo profilo Facebook. Ed è dal cielo che la immaginano tutti prodigarsi per proteggere il suo bambino appena affacciatosi alla vita. Quella vita che Tery le ha donato a costo del sacrificio estremo. C’è chi legge la scelta di Tery di proseguire la gravidanza come un gesto concreto di vita cristiana, chi invece sottolinea il suo amore di madre, capace di sacrificare se stessa per il proprio bambino.

Valentina Raffa