Attualità Roma

Il Ministro Alfano: Rafforzare la legge sullo scioglimento per mafia

Dei Comuni

Roma - Prolungare l'incandidabilità di consiglieri, sindaci e assessori uscenti fino a sei anni, in luogo degli attuali cinque. 

Il Ministro Alfano usa il pugno di ferro in materia di scioglimento per mafia dei Comuni italiani infiltrati. 

"Dal 1991, da quando è entrata in vigore la normativa che prevede lo scioglimento dei comuni per infiltrazioni mafiose, sono stati 258 i comuni italiani sciolti per mafia, di cui 63 in Sicilia e 195 in altre regioni". Sono i numeri resi noti dal ministro dell'Interno Angelino Alfano a proposito della necessità di nuova normativa per lo scioglimento dei comuni.

"In Sicilia è stato commissariato il 24 per cento dei comuni commissariati in tutta Italia per infiltrazioni mafiose - dice ancora Alfano all'AdnKronos -. Attualmente risultano sciolti 6 comuni in Sicilia, di cui 4 in provincia di Palermo, uno in provincia di Catania e uno in provincia di Siracusa. Nell'ultimo quinquennio Palermo è stata interessata da sei provvedimenti di scioglimento, Trapani e Agrigento due ciascuno e Catania e Siracusa uno per ciascuno".

"Abbiamo uno schema di legge approvato ad agosto dal Consiglio dei ministri - dice ancora il ministro Alfano - che prevede il rafforzamento delle norme sullo scioglimento dei comuni e per rafforzare ulteriormente quel ddl".

E spiega: "Sono cinque i punti del ddl: l'incandidabilità per amministratori responsabili per cui viene prevista la durata di sei anni, l'allargamento del novero degli enti presso i quali possono essere effettuati i controlli, perché si allarga alle società partecipate o ai consorzi pubblici anche a partecipazione privata, l'introduzione al ricorso alla mobilità obbligatoria presso altri enti o al licenziamento del dipendente per i casi più gravi, la professionalizzazione dell'attività di gestione commissariale attraverso il coinvolgimento di persone in possesso di specifiche esperienza in materia, anche per una gestione più manageriale e la creazione di un nucleo di funzionari della carriera prefettizia destinata alle funzione di commissario straordinario".

E conclude: "I cinque punti proposti da Musumeci sono in parte assorbiti dal ddl approvato in Consiglio dei ministri, per il resto lavoreremo insieme e insieme daremo alla Commissione nazionale antimafia gli spunti che sono venuti fuori dalle nostre ore di lavoro".

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif