Scuola Scicli 14/03/2015 23:06 Notizia letta: 3023 volte

Alessia Scarso al Cataudella: come si diventa regista

Orientamento
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/14-03-2015/1426370828-0-alessia-scarso-al-cataudella-come-si-diventa-regista.jpg&size=609x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/14-03-2015/1426370911-1-alessia-scarso-al-cataudella-come-si-diventa-regista.jpg&size=687x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/14-03-2015/1426370828-0-alessia-scarso-al-cataudella-come-si-diventa-regista.jpg&size=609x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/14-03-2015/1426370911-1-alessia-scarso-al-cataudella-come-si-diventa-regista.jpg

Scicli - Alessia Scarso, la regista di “Italo Barocco” ha incontrato  stamattina gli studenti dell’Istituto Quintino Cataudella.
La brava regista lo aveva promesso, non avendo potuto essere presente per motivi professionali alla giornata dei Giovani, il 28 febbraio scorso. E, con la sensibilità che le è propria, ha mantenuto fede alla promessa.
Era perciò un incontro atteso dai giovani che lo hanno vissuto con entusiasmo e che è risultato interessante e ricco di spunti e di stimoli.
Si è parlato di un po’ di tutto: di formazione, sbocchi lavorativi, di carriere; ma soprattutto, ovviamente, di cinema e di film d’arte in particolare.
La regista ha raccontato qualcosa di sé e del percorso artistico, con sincerità e senza formalismi e senza nascondere nulla, neanche qualche insuccesso (dovuto più al caso che a demerito).
Ha detto del suo “amore” per il cinema sin da quando era ancora ragazza, della sua ammissione per concorso al Centro Sperimentale di Cinematografia e delle prime esperienze, come addetta al montaggio e come assistente alla regia.
Gli studenti, che ascoltavano con molta attenzione, si sono poi sbizzarriti nel chiedere qualche informazione in più, soddisfare qualche curiosità, e conoscere le opportunità ed anche le difficoltà di quell’ambiente.
Ha fatto da cornice all’incontro la proiezione di due Video.
Il primo, intitolato “frammenti”, contenente spezzoni sulla presentazione del film “Italo” in tanti Paesi del Mondo, come: Bielorussia, Canada e persino India, dove, per la grandissima affluenza di pubblico, si è dovuto proiettare l film addirittura in uno stadio.
L’altro, dal titolo “ Drink Lees Thing more” , prodotto interpretato e presentato dagli stessi studenti, sul modo di essere dei giovani, considerato da tutti di buona fattura e con spunti creativi lodevoli.
L’incontro, dovuto alla sensibilità propositiva del dirigente scolastico e del corpo docente, era stato inserito nell’ambito del processo di Orientamento per gli studenti delle quinte classi che si avviano al diploma ed alla scelta del loro futuro, con il seguente titolo: “Cinema. Un sogno diventato realtà”, con riferimento evidente alla storia della nostra brava regista.
Ne è venuto fuori un insegnamento importante: I sogni e le propensioni vanno perseguiti con convinzione e con fiducia ed anche con costanza, senza lasciarsi scoraggiare. Ma occorre avere una formazione quanto più elevata e consapevole, perché è su di essa che si costruisce il futuro di ciascuno, pur tra contraddizioni e difficoltà, e la possibilità di essere nella vita ciò che si è sognato e sperato.

Salvatore Campo
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif