Sport Ragusa 24/03/2015 17:43 Notizia letta: 1434 volte

Solo un pari per la Pallamano Ragusa

Contro il Reggio Calabria
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/24-03-2015/solo-un-pari-per-la-pallamano-ragusa-500.jpg

Ragusa - Un pari recuperato per il rotto della cuffia. Che, all’ultimo, si sarebbe potuto trasformare in una vittoria se Giorgio Raniolo non avesse sbagliato il rigore concesso. E che, però, per quanto visto in campo, si può definire assolutamente giusto. E’, in sintesi, quanto accaduto domenica scorsa nel match valido per la fase ad orologio del campionato di handball di Serie B tra la Pallamano Ragusa e il Th Reggio Calabria. Una partita (21-21 il risultato finale) che non era nata sotto i migliori auspici per i padroni di casa guidati da Saro Cappello sempre costretti ad inseguire (il primo tempo si è chiuso con il punteggio di 9-11 per gli ospiti). “E ancora peggio – afferma il tecnico dei ragusani – è andata nella parte iniziale della ripresa visto che, per somma di espulsioni a tempo, la mia squadra è stata costretta a giocare addirittura in quattro uomini. Ovviamente, i calabri, che erano venuti qua non certo per recitare il ruolo di vittima sacrificale, ci hanno creduto sino in fondo e si sono portati addirittura avanti di cinque lunghezze, creandoci difficoltà non da poco”. La Pallamano Ragusa ha collezionato una serie di errori madornali soprattutto in fase di attacco. Numerose le palle perse così come i gol sbagliati, lasciando stare il rigore finale che avrebbe potuto regalare il successo ai locali. “Ci siamo lasciati prendere la mano dagli eccessivi svarioni – dice il presidente Salvatore Girasa – e questo ha finito con lo svalutare la nostra azione, almeno per tre quarti di gara. Per fortuna, negli ultimi quindici minuti, il nostro sette ha provato a metterci una pezza e ha recuperato punto su punto agli avversari. Sino ad arrivare al concitato finale in cui avremmo potuto operare il sorpasso. Ma, invece, abbiamo concretizzato un errore che in situazioni di forte stress come quella a cui siamo stati sottoposti ci può anche stare. E’ davvero un peccato, comunque, avere perso la possibilità di incrementare il nostro numero di vittorie, soprattutto perché volevamo sfruttare al meglio il filotto di gare interne”. Un punto in classifica consente, però, alla Pallamano Ragusa di conservare il terzo posto e di giocarsi ogni residua chance nel match finale della stagione, in programma il 12 aprile. Anche in questo caso il sette ibleo giocherà tra le mura amiche. “Arriverà – continua Girasa – il Girgenti e, naturalmente, dobbiamo puntare senza mezzi termini alla conquista dell’intera posta in palio per mantenere il terzo posto finale che, per noi, sarebbe un grande successo”.

Redazione