Cronaca Ragusa 27/03/2015 14:09 Notizia letta: 3215 volte

Pozzallese tenta rapina, arrestato da carabiniere in borghese

E' un 51enne
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/27-03-2015/pozzallese-tenta-rapina-arrestato-da-carabiniere-in-borghese-500.jpg

Ragusa - Ieri pomeriggio un Maresciallo dei Carabinieri, libero dal servizio, ha arrestato per rapina impropria (reato che si configura quando il reo ricorre alla minaccia o alla violenza per assicurarsi il bottino e/o l’impunità) un cinquantenne di Pozzallo, F.M. , 51 anni. I fatti si sono svolti intorno all’ora di pranzo. Teatro dell’accaduto, il negozio “Scarpe & Scarpe” del complesso commerciale “Ibleo”, alla periferia di Ragusa

L’uomo era stato notato dal personale del negozio aggirarsi con fare sospetto tra gli scaffali, con una strana borsa a tracolla. Soltanto in seguito si sarebbe capito che si trattava di una borsa frigo, che il malfattore pensava potesse essere utile a “schermare” gli apparati anti-taccheggio e a permettergli di agire così indisturbato. Quando però ha varcato la porta d’uscita del negozio, dopo aver asportato un paio di scarpe da ginnastica, è scattato l’allarme, che ha attirato immediatamente l’attenzione del personale del negozio. Vistosi scoperto, l’uomo ha tentato la fuga, ricorrendo alla minaccia per far desistere eventuali inseguitori; si è infatti girato verso i presenti, gridando: “Non mi denunciate o moriamo tutti!!”, spaventando gli astanti e lasciandoli sul posto impietriti. La provvidenza ha voluto che proprio in quel momento fosse nei paraggi un Maresciallo dei Carabinieri, libero dal servizio. Come ogni normale cittadino, il militare stava semplicemente trascorrendo qualche ora di relax con la famiglia. Insospettito dal trambusto, il Carabiniere si è avvicinato al negozio, chiedendo cosa fosse accaduto. Non appena appresa la vicenda, l’ispettore si è immediatamente messo sulle tracce del malvivente inseguendolo a piedi, e dopo circa cento metri lo ha bloccato nel parcheggio antistante il centro commerciale. Il malfattore, è stato quindi condotto presso la caserma del Comando Provinciale e dopo le formalità di rito è stato arrestato e tradotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari, così come disposto dal Sost. Proc. di turno dr.ssa Alessia La Placa, in attesa dell’udienza di convalida. Le scarpe sono state restituite al negoziante che, ovviamente, ha ringraziato il Maresciallo per il tempestivo intervento.

Redazione