Attualità Roma

Alfano e Renzi sciolgono per mafia Bagnara Calabra

Ora tocca ai Comuni messi sotto osservazione da luglio 2014

Roma - Linea dura e intransigente del Ministero dell'Interno: commissione d'accesso, proroga di tre mesi, e infine scioglimento per mafia.

Il Comune di Bagnara Calabra era stato investito dalla nomina di una triade prefettizia per l'accesso agli atti nel giugno del 2014.

La triade è stata prorogata di tre mesi e ha concluso il proprio lavoro in dicembre.

Ora lo scioglimento per mafia del Comune. 

Il sindaco, gli assessori e i consiglieri si erano detti sereni e fiduciosi. Ma una doccia fredda li ha attesi, una doccia che ne ha cancellato la carriera politica in un sol colpo. 

"Su proposta del Ministro dell’Interno, Angelino Alfano, il Consiglio dei ministri ha deliberato lo scioglimento del Consiglio comunale di Bagnara Calabra, in provincia di Reggio Calabria, dove sono state accertate forme di condizionamento delle istituzioni locali da parte della criminalità organizzata".

E’ quanto si legge nel comunicato finale diffuso al termine del consiglio dei ministri. Era stato il prefetto di Catanzaro, nel mese di giugno dello scorso anno, a insediare la commissione di accesso per la verifica degli atti.

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1492239221-3-ecodep.gif

Il Consiglio dei Ministri passerà ora a esaminare i dati delle commissioni di accesso insediate in luglio e il cui lavoro è terminato in gennaio. 

A nulla vale in tal senso l'indizione dei comizi elettorali, atto dovuto in caso di voto, ma che sarà stoppato dallo scioglimento. 

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif