Appuntamenti Ragusa 22/04/2015 10:30 Notizia letta: 1863 volte

Il Romeo e Giulietta in salsa iblea

Il 24 aprile
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/22-04-2015/1429691486-0-il-romeo-e-giulietta-in-salsa-iblea.jpg&size=928x500c0

Ragusa - Cosa c’è di più irriverente se non fare il verso a una delle opere letterarie che hanno colpito di più l’immaginario collettivo? E così, il gruppo teatrale degli Skiffariati di Chiaramonte, dopo aver parodiato, e con successo, la Divina Commedia di Dante e i Promessi sposi di Alessandro Manzoni, prendono di mira il bardo William Shakespeare e la sua “creatura” forse più famosa.

Il “Romeo e Giulietta” che, nella versione della compagnia chiaramontana, sarà proposta come uno scontro tra le due famiglie “Linticchi o Capuliati?” con chiaro riferimento ai buoni prodotti nostrani. E’ l’ultima proposta che, nel contesto del cartellone “Ragusa Ride”, arriva sul palcoscenico del Piccolo teatro della Badia per un’altra serata all’insegna del buonumore,. L’appuntamento si terrà venerdì 24 aprile a partire dalle 21. Ingresso per i soci 5 euro e per gli ospiti 7 euro. Per informazioni e prenotazioni su piantina è possibile contattare il numero 333.4183893. Le trovate umoristiche degli Skiffariati, ormai collaudate, sebbene la compagnia sia formata da attori tutti giovani, suscitano il consenso del pubblico oltre a stimolarne le risate per assicurare due ore di sana spensieratezza e allegria. Il tutto affondando a piene mani e liberamente nel testo di Shakespeare che, per l’occasione, sarà reso in salsa iblea. Una rappresentazione, dunque, che si annuncia assolutamente esilarante e che non mancherà di essere annoverata come tra le più interessanti, proprio per il suo taglio diverso dal solito, tra quelle proposte di recente nel teatro di corso Italia 103 a Ragusa. “Non potevamo – dice il direttore artistico del Piccolo della Badia, Maurizio Nicastro – non ospitare una compagnia come gli Skiffariati che, tra l’altro, avendo buoni maestri come gli attori degli Amici del teatro di Chiaramonte Gulfi, costituiscono una sicurezza nonostante la loro giovane età. E poi, avendo già avuto modo di vederli all’azione, sono assolutamente coinvolgenti per la loro freschezza e in grado di trascinare con entusiasmo il pubblico. Ed è quello che ci vuole per un venerdì sera che ci apre a un fine settimana di relax. Gli accostamenti con l’opera di Shakespeare sono assolutamente azzeccati anche perché poi calati nella realtà locale di tutti i giorni, grazie anche ad una parlata che non lascia adito a dubbi sullo stile parodistico della messa in scena”.

Redazione