Appuntamenti Comiso 28/04/2015 20:25 Notizia letta: 4047 volte

Riapre il Castello aragonese di Comiso per il primo maggio

Una conquista per la città
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/28-04-2015/1430245744-0-riapre-il-castello-aragonese-di-comiso-per-il-primo-maggio.jpg&size=498x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/28-04-2015/1430245965-1-riapre-il-castello-aragonese-di-comiso-per-il-primo-maggio.jpg&size=667x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/28-04-2015/1430245744-0-riapre-il-castello-aragonese-di-comiso-per-il-primo-maggio.jpg&size=498x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/28-04-2015/1430245965-1-riapre-il-castello-aragonese-di-comiso-per-il-primo-maggio.jpg

Comiso - Dopo il grande afflusso per le “giornate di primavera” del Fai, per Pasqua e il 25 aprile, il Castello Aragonese di Comiso sarà nuovamente visitabile. Il castello dei Marchesi Naselli d’Aragona, simbolo della città, risale all’anno mille. Probabilmente venne costruito su una preesistente villa d’epoca romano imperiale. Nel corso dei secoli ha ovviamente subito numerosi rimaneggiamenti, con la parte più antica, il Battistero dedicato a San Gregorio Magno, con resti di affreschi d’epoca bizantina. E poi la Cuba, verosimilmente di epoca araba, e la Torre, o mastio, risalente al 1576, la unica parte che resistette al terremoto del 1693.
Sui timpani delle finestre sono collocati i busti di personaggi di epoca romana. Inconfondibile, vera peculiarità del Castello comisano è la “Serliana”, o trifora, una loggetta in stile cinquecentesco con affreschi raffiguranti paesaggi e scene naturali. I bassi invece, in epoca borbonica, furono trasformati in carcere. Il piano nobile conserva ancora arredi di varie e poche e stili. È possibile fare un giro guidato del maniero, compreso il piano nobile, le carceri e la Cuba, grazie alla famiglia Nifosì, attuale proprietaria del Castello aragonese. La prossima apertura quindi per il primo maggio, e poi il 16 e 17 dello stesso mese in occasione della sentita Festa dell’Addolorata di Comiso.

Saro Distefano
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg