Sanità Modica 04/05/2015 18:00 Notizia letta: 1921 volte

Ripristinata la guardia medica notturna al Maggiore

Incontro fra il sindaco e Aricò
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/04-05-2015/ripristinata-la-guardia-medica-notturna-al-maggiore-500.jpg

Modica - Si sono incontrati, questa mattina, presso la sede dell’Azienda Sanitaria il Direttore Generale, dr. Maurizio Aricò e il sindaco di Modica, Ignazio Abbate, per discutere in merito al recente provvedimento organizzativo inerente il servizio di guardia medica interdivisionale notturna al P.O. “Maggiore” di Modica.

Purtroppo la modifica organizzativa scaturisce da cause oggettive, legate alla indisponibilità per malattia di due medici dell’U.O.C. di Geriatria e alla scadenza del contratto a tempo determinato di un dirigente medico della Medicina, oltre al pensionamento di un dirigente medico della Nefrologia dal 30 aprile. Questa situazione ha determinato una carenza acuta cui ha fatto seguito la riorganizzazione del personale.

L’Azienda aveva già bandito tempestivamente un avviso pubblico per due posti di dirigente medico per la Geriatria, che sfortunatamente è andato deserto in quanto l’unico candidato non ha accettato l’incarico. Si sta provvedendo ad esplorare la eventuale disponibilità di medici di questa disciplina per un ulteriore eventuale bando urgente. L’azienda ha inoltre disposto il prolungamento dell’incarico temporaneo per il medico della Medicina.

E’ quindi evidente che la azienda ha attivato ogni provvedimento possibile per superare la carenza inattesa. Peraltro va chiarito che nessuna deficienza si è creata nei reparti, in quanto viene garantita la presenza notturna di un dirigente medico cardiologo e di un rianimatore, pronti a fronteggiare le eventuali emergenze. Inoltre è prevista anche la reperibilità del personale medico specialistico dei reparti.

Durante l’incontro si è anche affrontata l’annosa questione della pianta organica, per la quale si attende, dall’Assessorato alla Salute, una risposta alla proposta che è stata avanzata dalla Direzione Generale. Il metro sarebbe, comunque quello di valorizzare i reparti di eccellenza presenti nel nosocomio.
L’incontro si è svolto in una atmosfera di grande cordialità e collaborazione, che contrassegnano i rapporti tra le due istituzioni.

Redazione