Attualità Modica 07/05/2015 16:59 Notizia letta: 2398 volte

Convenzione per aprire 5 chiese ai turisti

Grazie, San Pietro, San Giorgio, San Giovanni, e Santa Maria di Betlemme
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/07-05-2015/convenzione-per-aprire-5-chiese-ai-turisti-500.jpg

Modica - Operazione chiese aperte in città da qui sino alla fine dell’anno.
Il sindaco, Ignazio Abbate, l’assessore alla cultura, Orazio Di Giacomo, il presidente del CTM, Francesco Frasca Polara hanno incontrato, stamani, a Palazzo San Domenico i parroci di cinque Chiese della Città: Santa Maria delle Grazie, Umberto Bonincontro, San Pietro, Corrado Lorefice, San Giorgio, Giovanni Stracquadanio, San Giovanni, delegato il signor Salvo Garofalo, e Santa Maria di Betlemme, Antonio Forgione.
La necessità, di cui farà carico finanziariamente il Comune, è quella di tenere aperte le chiese nell’orario in cui viene sospeso il servizio di accoglienza delle cooperative e coincide con il momento di maggiore presenza dei turisti e dei visitatori che non possono trovare i monumenti chiusi. Si tratta di un orario compreso tra le 12 e le 16 e dalle 20 alle 21.
E’ stato stilato un calendario di apertura per il periodo Maggio/Dicembre 2015, che si allega al comunicato, con i costi del servizio a carico dell’ente che avrà, in questo caso, un rapporto diretto con le parrocchie che dovranno garantire l’assistenza all’apertura e all’accoglienza dei turisti.
Il costo dell’apertura delle Chiese, lo scorso anno, fu garantito dal CTM e ora preso in carico dall’ente. Il consorzio turistico di Modica d’intesa con l’amministrazione si curerà della promozione e della comunicazione di Expo Milano 2015.
Sarà anche redatto un decalogo di comportamento che, uniformemente, bisognerà tenere durante le visite all’interno delle Chiese (cellulari spenti, abbigliamento adeguato al luogo sacro, sospensione delle visite in caso di cerimonie o Sante Messe). Saranno esposti dei totem con i simboli dei divieti.
“La necessità di tenere le chiese aperte negli orari in cui generalmente sono chiusi gli accessi, commentano il sindaco Abbate e l’assessore Di Giacomo, nasce dalla necessità di rendere fruibili i luoghi sacri nel momento in cui i turisti o i visitatori ne richiedono l’apertura. Ci avviciniamo al periodo estivo e quindi bisogna farsi trovare preparati all’accoglienza di quanti decidono, in qualsiasi ora, di visitare la nostra città e i nostri straordinari monumenti”.

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg