Attualità Ispica 08/05/2015 11:40 Notizia letta: 2410 volte

Paolo Monaca lancia il programma partecipato

Un form su internet
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/08-05-2015/1431078060-0-paolo-monaca-lancia-il-programma-partecipato.jpg&size=605x500c0

Ispica - Un programma partecipato.

E' quello lanciato da Paolo Monaca nella corsa per la sindacatura, a Ispica. 

Queste le proposte preliminari: i dipendenti, a vario livello, rappresentano risorsa strategica da valorizzare e motivare attraverso piani di formazione mirati. Cambiare il paradigma da dipendente a attore-collaboratore. Tutto in un click: snellimento della macchina attraverso un uso efficace e corretto delle risorse informatiche. Trasparenza verso il cittadino attraverso la tracciabilità dell’iter burocratico
 

Stop a un piano di espansione selvaggio e privatistico e recupero del patrimonio architettonico esistente.  

Avviare un monitoraggio del disagio sociale, anche in virtù della crisi persistente, per avviare delle misure straordinarie e ordinarie a favore delle fasce più deboli della popolazione.

Impresa facile: fare in modo che in 48 h chiunque possa aprire una nuova impresa nel territorio. Aprire uno sportello si supporto a investitori istituzionali e stranieri. Creare una piattaforma attraverso la quale sostenere la internazionalizzazione delle nostre imprese attive nel campo dell’agroeconomia

In considerazione di una analisi di marketing territoriale che vede Modica, Noto e Sclicli posizionarsi in maniera forte e autorevole sul piano della attrattività turistica, "riteniamo sia strategico creare una marca-territorio che posizioni Ispica come un brand attrattivo fondato sui seguenti segmenti: Ispica città del cinema: partendo dalla tradizione di set cinematografico d’eccellenza (vedi Divorzio all’italiana) monitorare e intercettare tutte le opportunità presenti a livello cinematografico, nazionale e internazionale, in modo da creare un filone turistico e culturale legato al Cineturismo. La costa di Ulisse. Valorizzare una grande risorsa naturale e paesaggistica , oggi poco conosciuta e apprezzata, integrandola in un sistema di offerta turistica fondato sul binomio qualità e acccessibilità.

Costruire un team di giovani professionisti con esperienza internazionale in grado di dialogare con le istituzioni europee e internazionali, pubbliche e private, al fine di analizzare, selezionare e i distinti canali di finanziamento in modo da concretizzare quelli più strategici e sostenibili per lo sviluppo del nostro territorio.

Qui il form per partecipare. 

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg