Attualità Marina di Ragusa 11/05/2015 23:13 Notizia letta: 4185 volte

Sul ponte sventola bandiera bianca

Piccitto scolorito
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/11-05-2015/1431378851-0-sul-ponte-sventola-bandiera-bianca.jpg&size=579x500c0

Ragusa - “L’importante riconoscimento che acclarava le peculiarità ambientali del nostro mare, della nostra costa, della frazione marinara del capoluogo è venuta meno. La spiaggia di Marina di Ragusa non si potrà fregiare, per quest’anno dell’importante riconoscimento della Bandiera Blu”.

La notizia è stata data dai consiglieri Maurizio Tumino, Giuseppe Lodestro, Angelo La Porta, Giorgio Mirabella, Elisa Marino, Gianluca Morando. 

 “Si tratta dell’ennesimo tonfo del Sindaco Piccitto e del suo assessore Zanotto che, evidentemente non sono riusciti a mantenere i requisiti essenziali per mantenere l’ambito riconoscimento. Si tratta di una grave compromissione per la stagione turistica già iniziata e di un danno diretto all’immagine della nostra città. Le politiche ambientali e le attenzioni rivolte alla perla della nostra costa non sono state all’altezza di quello che oggi richiede il mercato turistico, soprattutto in termini ambientali e di vivibilità. Il Sindaco davvero non e’ scusabile”. Sembra che il mancato riconoscimento sia colpa della raccolta differenziata che non ha ancora raggiunto le percentuali richieste. 

Le indiscrezioni della vigilia

Domani 12 maggio, presso la sede della Regione Lazio, la FEE (Foundation for Environmental Education) consegnerà le Bandiere Blu per il 2015; l’ambito riconoscimento internazionale alle spiagge ed ai litorali turistici, che si sono contraddistinti, durante l’anno, per il rispetto dell’ambiente e per le politiche ambientali messe in atto dalle Amministrazioni comunali. Da notizie ufficiose, la conferma la si avrà solo domani, l’Italia ha incrementato, rispetto al 2014, le spiagge che beneficeranno di questo riconoscimento. Chi non c’è, secondo queste indiscrezioni, è proprio Ragusa, la quale, dopo sei anni, perderebbe la sua Bandiera Blu.

“Spero siano solo voci infondate, certo è, che se tutto risultasse vero, avremmo raggiunto il colmo – dichiara Sonia Migliore -. Se domani non ricevessimo la Bandiera Blu, Piccitto e Zanotto ne avranno di cose da spiegare e da farsi perdonare. Piccitto e Zanotto hanno idea di cosa comporterebbe la perdita di un tale riconoscimento per il nostro settore turistico? Se ciò si avvera, chiederanno mai scusa alla città per la loro incapacità, che ancora una volta si traduce in un danno economico? Questo – continua la Migliore – sarebbe solo l’ultimo regalo che Piccitto e la sua Giunta farebbero alla città. Nel malaugurato caso dovessimo scoprire che Ragusa ha perso questo riconoscimento, Piccitto e la sua maggioranza dovrebbero ammettere la loro manifesta incapacità, rimettere immediatamente il proprio mandato e ridare finalmente la voce ai cittadini”.

“La Fee – spiega la Migliore – ogni anno cambia i criteri valutativi per ottenere la Bandiera Blu e questo per un unico motivo: stimolare le Amministrazioni a fare sempre meglio. Forse, Piccitto e Zanotto questo non lo sapevano, forse pensavano che bastava non far nulla e beneficiare del lavoro fatto dalla precedente Amministrazione per ottenere la bandiera Blu. In ogni caso, domani scopriremo la verità – conclude la Migliore – se queste indiscrezioni fossero confermate, possiamo fare solo una considerazione: è un fatto semplicemente paradossale che un Movimento come quello dei 5 Stelle, che dell’ambientalismo ha fatto una sua bandiera, cada così miseramente su una tematica ambientalista”.
 

Mario D'Asta: grillini incapaci

“Inerzia, incapacità, ignavia: sono le qualità di cui la Giunta Piccitto dà continue conferme”. E’ quanto denunciano i consiglieri comunali del Pd Mario D’Asta e Mario Chiavola, con il segretario del circolo Rinascita Democratica, Tony Francone, con il presidente Vito Frisina.
“A dispetto delle molte (e poco utili) parole – dicono i quattro – sul rinnovamento che la città di Ragusa avrebbe sperimentato nell'era grillina, lungi dal realizzare importanti nuovi progetti, di cui non c'è neanche traccia allo stato di abbozzo dopo quasi due anni di amministrazione, il sindaco pentastellato non riesce neanche a mantenere in vita quanto ha trovato di già realizzato e consolidato. Marina di Ragusa, infatti, non vedrà riconfermata la Bandiera Blu di cui è stata insignita per la prima volta nel 2009, e poi di anno in anno fino al 2014, cioè finchè i danni dell'insipienza amministrativa non avevano ancora fatto sentire in pieno i propri effetti. I tanto sbandierati convincimenti ecologici si rivelano quindi per quello che sono: parole, parole, parole....Così anche le intenzioni di impegnarsi per un decollo turistico della città: ancora parole e parole... Peccato che l'ente che concede il prestigioso riconoscimento della bandiera blu non si lasci sedurre dalle parole, ma chieda i fatti. Forse cominceranno a fare così anche i ragusani, stanchi di aspettare che i "novelli" amministratori accumulino un poco di esperienza per poi far vedere chissà che frutti: il tempo del rodaggio è abbondantemente passato e i risultati mancati sono quel che resta dell'illusione grillina”.

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg