Economia Credito 21/05/2015 00:57 Notizia letta: 4906 volte

La bella storia di Salvatore Stropoli

L’energia di ConfeserFidi per il parco minieolico di Valledolmo
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/21-05-2015/la-bella-storia-di-salvatore-stropoli-500.jpg

Valledolmo, Palermo - Salvatore Stropoli è un ingegnere palermitano che fino al 2008 ha prestato la sua opera alla telefonia mobile. Poi, la svolta: la decisione di occuparsi di energia alternativa, in particolare impianti fotovoltaici ed eolici.

“Il mio interesse verso l’ambiente e il territorio tutto hanno fatto sì che dedicassi la mia formazione professionale a qualcosa che ritenevo potesse fornire un servizio funzionale quanto quello della telefonia, ma che avesse anche una valenza di tipo ambientale, ovvero lo sfruttamento di energie alternative”.

Dopo alcuni anni di esperienza in tale settore e, soprattutto, avendo constatato i vantaggi per l’ambiente, esattamente un anno fa, nel Maggio 2014, Salvatore Stropoli decide di creare per conto della STS Energy, di cui è titolare, un impianto minieolico nell’area di Valledolmo, Palermo, giunto da poco a compimento e che sarà inaugurato nelle prossime settimane. Va da sé che un investimento di tale portata deve inevitabilmente ricorrere a professionalità eccellenti che si occupino di sopralluoghi, diagnosi, progettazioni, opere civili etc, e, oltre che dispendioso da un punto di vista di tempo e risorse, lo è anche dal punto di vista finanziario. E’ allora che l’ingegnere Stropoli richiede il supporto di ConfeserFidi.

“Dopo aver vagliato numerosi confidi in territorio nazionale – continua Salvatore Stropoli - ho potuto apprezzare la varietà di formule di finanziamento offerte da ConfeserFidi, tra cui ho trovato quella più consona alle mie esigenze. Naturalmente, un’opera di questa entità abbisogna altresì di garanzie, e le lungaggini della realizzazione del parco si sarebbero sommate a quelle ordinariamente necessarie per ottenere tali garanzie; ConfeserFidi ha invece fatto sì che non dovessi spendere altro tempo in cavilli burocratici e mi ha affiancato agenti efficienti e preparati che hanno snellito le pratiche con strumenti funzionali, così da poter cominciare al più presto i lavori di realizzazione del parco che già all’inizio del mese di Giugno 2015 sarà attivo”.

Il parco minieolico, che si estende per una superficie di circa un km e mezzo e si avvale aerogeneratori di ultima generazione che assicurano la produzione di energia anche in condizioni di bassa ventosità, ha avuto la felice ripercussione, sul piano economico e sociale, di creare lavoro per le numerose aziende che hanno contribuito alla realizzazione di esso, oltre che per le persone impiegate all’interno della struttura, negli uffici amministrativi e con funzioni gestionali e di manutenzione. Oltre a ciò, vanno sottolineate le positive conseguenze per l’ambiente, che vedrà una riduzione di 1.242.540 tonnellate annue di CO2 prodotta.

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg