Attualità Comiso 25/05/2015 10:03 Notizia letta: 3111 volte

Inaugurata la mostra di carretti siciliani

All'ex mercato
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/25-05-2015/1432541043-0-inaugurata-la-mostra-di-carretti-siciliani.jpg&size=667x500c0

Comiso - La prima mostra completa sulla storia del carretto siciliano in territorio casmeneo. Un percorso, lungo generazioni, e che prosegue ancora oggi, raccontato attraverso le foto ma anche con icone finemente cesellate, frutto dell’impegno di abili artigiani. Un viaggio da compiere alla scoperta del nostro passato. E’ quello che propone l’associazione “Ippos, arte e cultura” che ha inaugurato la rassegna “Le virtù di un territorio” in fase di svolgimento sino al 7 giugno alla Pinacoteca, ex mercato ittico di Comiso. “La mostra - dice il presidente dell’associazione, Giombattista Novelli – è un modo per esaltare l’arte dei carradores, cioè i maestri del carretto, quanti, nella storia della nostra terra, hanno saputo dare lustro alle maestranze locali. Molti i comisani che hanno dedicato la loro manualità a questo speciale settore. E non è un caso che l’evento sia ospitato proprio dalla cittadina casmenea”. Un aspetto che, durante l’inaugurazione, sabato pomeriggio, ha tenuto a rimarcare anche il sindaco di Comiso, Filippo Spataro, presente assieme al vice Gaetano Gaglio, all’assessore allo Sviluppo economico, Sandra Sanfilippo, e al presidente del Consiglio comunale, Gigi Bellassai, mentre a presentare i vari interventi è stata Tiziana Bellassai. “Questa è la storia – ha affermato il primo cittadino – della nostra città, è un modo per tenere salde le nostre radici, ancora ad una identità che non possiamo permetterci di perdere. La mostra merita di essere visitata perché qui è racchiuso tutto il nostro passato. E tutti sappiamo quanto questo serva per vivere bene il presente e, soprattutto, per pianificare in maniera corretta il futuro”. Ma l’associazione “Ippos”, che ha promosso la kermesse con il sostegno, oltre che del Comune di Comiso, anche della Banca Agricola Popolare di Ragusa e del marchio d’area “Viaggio negli iblei”, ci ha tenuto ad arricchire la manifestazione con tutta una serie di eventi collaterali. E così già sabato sera, con la regia di Giovanni Randazzo, c’è stata la performance della compagnia teatrale “Gli altri” con la commedia in due atti dal titolo “Cenerentola e il Principe Buzzurro” molto apprezzata dal pubblico. Ieri, poi, è toccato alla scuola di ballo Paso Adelante organizzare una serie di appuntamenti coinvolgenti dal titolo “Comiso in zumba” che hanno dato a tutti la possibilità di cimentarsi con questa speciale disciplina. Quindi, oggi, è in programma l’apertura dell’Expo enogastromico e ci sarà la opportunità, per i visitatori, di degustare tutta una serie di prelibatezze tipiche del nostro territorio. Domani, martedì 26 maggio, tocca alla documentaristica avere uno spazio di rilievo. Alle 17,30, infatti, nel corso di un convegno sul territorio casmeneo e sulla storia della valle ipparina, sarà proiettato un video in cui sarà raccontata l’attività della Ippos, dai primi passi a oggi. Durante il convegno, nella sala della fondazione Bufalino, sarà ospitata una mostra di due artiste sicule, Daniela Sellini di Comiso e Maria Riccobene di Nicosia. Mercoledì 27 maggio, alle 20, ci sarà una kermesse di body painting a cura dell’associazione “Sfumature d’arte” con la partecipazione di “Pentaprisma fotografia” di Vittoria. Giovedì 28 maggio, inoltre, ci sarà spazio, a partire dalle 17, per l’esibizione degli artisti di strada con il gruppo Amp, in collaborazione con la Dfw. In evidenza uno spettacolo di fuoco, con corsi di giocoleria di base, bolas e fachirismo.

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif