Appuntamenti Vittoria 02/06/2015 21:01 Notizia letta: 1790 volte

Sabato inizia il Vittoria jazz Fest

Con Christian McBride
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/02-06-2015/1433271728-0-sabato-inizia-il-vittoria-jazz-fest.jpg&size=470x500c0

Vittoria - È partito il conto alla rovescia per l’apertura dell’ottava edizione del “Vittoria Jazz Festival Music & Cerasuolo Wine”. Si comincia sabato 6 giugno 2015, alle ore 22, con il concerto di Christian McBride, nella suggestiva piazza Enriquez, cuore pulsante di storia della città.
Il debutto vede impegnata una delle figure “onnipresenti” nel mondo del jazz dell’ultimo ventennio, nonostante abbia solo 43 anni: Christian McBride è infatti una ‘star’ internazionale.
A completare il trio, due talentuosi musicisti come Christian Sands al pianoforte e Ulysses alla batteria.
McBride è un bassista straordinario, compositore, arrangiatore e insegnante. Come silema, nel mondo del jazz, ha lavorato con il meglio del meglio: da Freddie Hubbard a Sonny Rollins, da J.J. Johnson a Ray Brown, da Milt Jackson a McCoy Tyner, da Roy Haynes a Chick Corea, da Herbie Hancock a Pat Metheny. Prima del concerto di Christian McBride, fiato alle trombe con la ConTurband, una marching band pugliese di strada, costituita da quindici elementi, che ha suonato in diverse regioni italiane e che ripercorre la tradizione delle bande di paese tipiche del Meridione con la lezione delle street band americane di New Orleans.
L’ottava edizione del “Vittoria Jazz Festival Music & Cerasuolo Wine” firmata dal direttore artistico Francesco Cafiso, presenta artisti di caratura mondiale. Non a caso, dopo il bassista McBride sarà la volta di Ron Carter, domenica 7 giugno, per un week-end di jazz di livello planetario.
«Il cartellone di quest’anno è di primordine – afferma Emanuele Garrasi, presidente dell’Associazione Sicily Jazz Music– e l’inizio è davvero stellare, con due artisti che non hanno bisogno di presentazione come Christian McBride e il leggendario Ron Carter».
Ma il Vittoria Jazz Festival non è solo musica. È anche arte. Presenta, infatti, un ricco programma di mostre ed esposizioni curate da Luciano D’Amico e inserite nella sezione “Effetto arte”.
“Cibus” è il titolo della mostra di Arturo Barbante, che accompagna le rassegne artistiche nel corso del Jazz Festival e che sarà presente nell’Antica Centrale Elettrica. Ma tra i numerosi artisti vanno menzionati senz’altro anche Daniele Biazzo e Biagio Corallo, con “Plexus”, in mostra all’interno del Castello Enriquez. E Annalisa Cavallo, con “Surrealtà”, presente all’interno del Modì. Ezio Cicciarella e Michele Nigro mostrano “Stessa strada”, nella Sala del Chiostro del Convento degli ex Frati Minori.
Turi Cucchia cura una retrospettiva nel ridotto del Teatro Comunale. Da non dimenticare la collettiva di Iannitto, Napolitano e Spampinato presente nel Salone delle Capriate, all’interno dell’ex Convento dei Frati Minori. Una mostra collettiva sulle avanguardie siciliane invece è in programma nello Spazio Edonè. La retrospettiva di Giancarlo Bonaccorsi viene presentata all’interno del Palazzo Lucchesi. Infine, Bernard Aubertin cura una personale nello spazio Gallenti.
Tutto il programma del festival e di “Effetto arte” può essere consultato sul sito www.vittoriajazzfestival.it curato, sul piano grafico, da Be Studio.

Redazione