Cronaca Ragusa 03/06/2015 23:03 Notizia letta: 6555 volte

La scrittrice che per arrotondare si prostituiva a Ragusa

Di passaggio
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/03-06-2015/1433365437-0-la-scrittrice-che-per-arrotondare-si-prostituiva-a-ragusa.jpg&size=823x500c0

Ragusa - C'era la scrittrice milanese che viene qui “per arrotondare”, i trans sudamericani che sbarcano nel weekend con l’agenda già fitta di appuntamenti presi on line La Polizia: venti blitz in pochi mesi nel capoluogo ibleo, con un unico obiettivo. le case di piacere. 

A Ragusa sono solo di passaggio. Fanno la spola tra la Germania, la Spagna, l’Olanda.

Vengono  a ragusa una volta al mese per un weekend lungo o una settimana, prenotate online con grande anticipo. Fino a otto appuntamenti al giorno, tariffe dai 200 euro per le prestazioni più veloci fino ai 500 per il sesso di gruppo. In tre giorni incassano anche 7, 8 mila euro. 

Dalla scrittrice milanese che non ce la fa «a vivere di libri» e arrotonda, «tanto qui non mi conosce nessuno », alla signora dell’alta società che va a prostituirsi in provincia e candidamente ammette: «Sono una donna libera e senza tabù e soprattutto adoro vivere nel lusso. Sa quante ce ne sono come me?», alle giovani “schiave” romene che dopo il lavoro nei campi sono costrette a ricevere uomini per poche decine di euro. Ma a Ragusa ci sono anche donne che accettano di affittare il loro letto ai professionisti del sesso: venti euro al giorno e la loro camera da letto, per due o tre volte alla settimana, diventa il regno di frustini e manette.



Clientela medioalta, professionisti, impiegati, imprenditori, tutti con le mazzette di banconote in tasca, pagamento anticipato, per vedere esaudita la turpe voglia. 

Tra i clienti non mancano diversi mariti, alcuni disoccupati che implorano gli agenti che si fanno strada tra i codoni di gente in attesa: "Vi prego non dite niente a casa". E il terrore di essere scoperti ha spinto anche qualcuno a lanciarsi dalla finestra del primo piano: meglio una frattura che far sapere alla moglie di aver speso 300 euro per un'ora con una sudamericana statuaria, invece di cercare un nuovo lavoro.

Redazione