Appuntamenti Comiso

La festa del carrettiere, a Comiso

Domenica 7

Comiso - Ultimi appuntamenti con la kermesse “Le virtù di un territorio” promossa dall’associazione “Ippos, arte e cultura”, tuttora in fase di svolgimento presso la pinacoteca, l’ex mercato ittico di Comiso. La manifestazione, che ha preso il via il 23 maggio scorso, sostenuta dal Comune, dalla Bapr e dal marchio d’area “Viaggio negli Iblei”, chiuderà i battenti domenica 7 giugno. E mentre in questi giorni si tengono le varie iniziative promosse dalla “Città dei ragazzi”, domenica ci si sta preparando per la terza edizione della festa del carrettiere in collaborazione con il gruppo folkloristico di Pedalino. In pratica, alle 9 ci sarà il raduno dei carrettieri con i loro carretti bardati a festa. Il corteo sarà animato pure dalla presenza di alcuni cavalieri. Dalle 10 è previsto un lungo giro per le vie di Comiso. Alle 11,30 l’arrivo in piazza delle Erbe sarà caratterizzato dalla esibizione del gruppo folkloristico che si fregerà pure della compagnia di qualche cavaliere. Nel pomeriggio, inoltre, alle 18 è prevista la cerimonia di premiazione della “Città dei ragazzi” mentre alle 21 il momento finale dell’evento sarà caratterizzato dal concerto, curato dal maestro Rosario Gorgone della banda Kasmeneo con la collaborazione del maestro Giovanni Giaquinta e il coro Cantus Novo. “Diciamo che in queste due settimane – spiega il presidente dell’associazione Ippos, Giombattista Novelli – siamo riusciti a mettere in evidenza tutto ciò che di buono, dal punto di vista artistico, artigianale e non solo, il nostro territorio è in grado di esprimere. E’ stato uno sforzo organizzativo non indifferente ma pensiamo di avere proposto uno spaccato fedele delle belle realtà che l’area casmenea è in grado di offrire. Tra mostre, convegni, teatro, spettacoli, musica, poesia, solidarietà, integrazione, intercultura ed enogastronomia siamo riusciti a fare conoscere tutto quanto di buono si produce da queste parti. Devo ringraziare tutti coloro che hanno sostenuto l’associazione Ippos e che, adesso, non vedono l’ora di potere portare a compimento il gran finale non dimenticando che resta ancora visitabile la prima mostra del carretto siciliano che mette in evidenza l’arte dei carradores”.

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif