Attualità Chiaramonte Gulfi 05/06/2015 19:14 Notizia letta: 34 volte

Da Terramatta a Expo

Riccardo Romano e Giovanni La Terra Pitrè
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/05-06-2015/da-terramatta-a-expo-500.jpg

Chiaramonte Gulfi - I vincitori del concorso enogastronomico “Terra Matta”, Riccardo Romano e Giovanni La Terra Pitrè, volano a Expo. Nel frattempo, Chiaramonte Gulfi vince il premio “Medusa” voluto dal Policlinico Umberto I di Roma. Si conferma, dunque, la vocazione del territorio chiaramontano all’eccellenza enogastronomica, non solo grazie alle giovani promesse dell’Istituto Alberghiero, ma anche grazie al fatto di sapersi rinnovare nella tradizione. Sono state presentate stamani in conferenza stampa, tenutasi per l’occasione presso il centro direzionale delle imprese PMI Ragusa – Multifidi di Comiso, tutte le novità riguardanti questo avvenimento. Ha aperto i lavori il presidente del consorzio dei produttori di Chiaramonte Mario Molè: “L’obiettivo del concorso Terra Matta è quello di premiare i ragazzi della scuola alberghiera di tutta la Sicilia con qualcosa di tangibile: andare all’Expo. Questo evento, che si terrà dal 15 al 21 giugno, sarà l’unico della ex Provincia di Ragusa”. Il presidente di PMI Ragusa, Roberto Biscotto, partner dell’evento, spiega: “La Sicilia non può non partecipare perché nel mondo c’è fame di Made in Italy e la nostra Regione deve dare un importante contributo”. In conferenza, ha parlato anche il coordinatore di GAL Natiblei, Giovanni Castello. Il Gruppo di Azione Locale (GAL), sarà presente tutta la settimana a Expo: “Sono 17 i Comuni del GAL Natiblei, di cui tre dell’ex Provincia di Ragusa, ovvero Chiaramonte, Giarratana e Monterosso. Il GAL, costituitosi in cooperativa consortile, ha la funzione di innescare progetti per la valorizzazione socio-economica del territorio. E’ vero che all’Expo ci sono tante cose che non vanno, ma anche noi possiamo contribuire per fare qualcosa che possa migliorarla”. Il sindaco di Chiaramonte, Vito Fornaro, oltre a ringraziare i ragazzi che hanno vinto il concorso, ha parlato del riconoscimento ricevuto: “Il premio Medusa, che noi ritireremo il 10 giugno, è stato indetto dalla fondazione Sapientia Mundi del Policlinico Umberto I di Roma. I loro studi, infatti, hanno decretato che Chiaramonte risulta fra le eccellenze agro alimentari d’Italia. E’ un riconoscimento per l’intero territorio. E’ un premio per tutti. Expo è una grande opportunità di crescita e abbiamo tante cose da fare, per questo bisogna decidere cosa promuovere e scegliere la strategia da adottare”. Per l’avventura Expo sono state coinvolte associazioni di categoria, aziende e banche locali. La BAPR, infatti, stamani rappresentata da Giovanni Scollo, ha offerto il premio ai ragazzi, abbracciando il progetto. Non possono certo mancare a Expo le aziende di Olio Dop (Viragì, Cutrera, Guccione, Gatto e Terre sul Dirillo. Tutte, infatti, hanno vinto almeno un premio). Oltre alle aziende produttrici di olio, saranno presenti le aziende di conserve (Monterosso e Iacono) e di vino (Meridio e Gulfi). I ragazzi si esibiranno il 19 giugno con uno show cooking che prevede di far conoscere il piatto vincitore del concorso “Terra Matta”: Cappelli Montanari, fatti con salsiccia di Chiaramonte, Farina di Monterosso e Cipolla di Giarratana, i tre prodotti rappresentativi dei Comuni Montani. Inoltre, verrà preparata anche la granita siciliana che, spiega Molè: “Vuole far conoscere a chi non è siciliano il vero significato di questo dolce e, soprattutto, far vedere che la granita non è il ghiaccio tritato”. I due giovani ragazzi, Riccardo Romano di Comiso e Giovanni La Terra Pitrè di Vittoria (entrambi del IV anno dell’istituto alberghiero di Chiaramonte), dichiarano: “Noi partecipiamo da protagonisti e non da spettatori. E’ una grande occasione per conoscere altre culture e per incontrare grandi chef”.

Irene Savasta
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg