Attualità Chiaramonte Gulfi 09/06/2015 16:34 Notizia letta: 2693 volte

Chiaramonte allagata, si contano i danni

Il Pd chiede un consiglio straordinario
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-06-2015/chiaramonte-allagata-si-contano-i-danni-500.jpg

Chiaramonte Gulfi - Non è ancora possibile effettuare una stima precisa dei danni, ma di sicuro i forti temporali di questi giorni hanno causato ingenti danni economici sia alle aziende che ai privati cittadini. Per questo motivo i consiglieri comunali del Pd Dario Cutello e Antonella Occhipinti hanno fatto richiesta di convocazione di un consiglio comunale straordinario. Domenica scorsa, infatti, la bomba d'acqua che si è abbattuta sul territorio di Chiaramonte ha fatto letteralmente straripare alcuni terreni adibiti a coltivazione di ulivo (e non solo) situati principalmente in C/da Ponte e C/da Coffa, oltre a mandare completamente in tilt il traffico. Stessa situazione (per fortuna in maniera meno violenta), si è verificata lunedì pomeriggio: strade chiuse al traffico per alcune ore, fango e detriti, qualche muro crollato. Durante la giornata di domenica è' stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco e dei Carabinieri, oltre a quello della Protezione Civile, per soccorrere sei automobili rimaste bloccate a causa del fiume di fango e acqua formatosi in pochi minuti in quelle zone. Anche molti privati cittadini hanno dovuto fare i conti con la pioggia e la grandine arrivata fin dentro casa. In particolare, i maggiori problemi si sono registrati in C/da Giglia e Villaggio Gulfi. Molti infatti, hanno avuto garage e stanze allagati. Notevoli sembrano anche i danni riportati da alcune aziende agricole e da alcuni allevatori: sono letteralmente volate via a causa dei forti venti e della grandine di domenica diverse coperture. Le previsioni meteo, in ogni caso, non promettono niente di buono per i prossimi giorni e per questo si raccomanda massima prudenza soprattutto durante le ore pomeridiane. Il consiglio straordinario richiesto dal Pd cittadino vuole essere un modo per individuare e quantificare i danni ed, eventualmente, avviare le procedure affinché chiunque abbia ricevuto un danno a causa delle condizioni meteorologiche avverse possa avere un risarcimento. Insomma, si potrebbe valutare la possibilità di chiedere lo stato di calamità naturale. Il consigliere Dario Cutello, dichiara: "Mi sento di ringraziare pubblicamente tutto il personale dell'ufficio tecnico per come ha saputo gestire l'emergenza e per il pronto intervento effettuato dagli uomini della Protezione Civile. Un grazie anche al comando dei Vigili Urbani per aver messo ai disposizione dei cittadini il servizio reperibilità. Inoltre, ringrazio i singoli cittadini che si sono adoperati per ripristinare la viabilità volontariamente ed eliminare eventuali pericoli".

Irene Savasta