Attualità Vittoria 11/06/2015 10:22 Notizia letta: 1361 volte

Bernard il piromane dà fuoco a Vittoria

Eventi collaterali al Jazz Fest
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/11-06-2015/bernard-il-piromane-da-fuoco-a-vittoria-500.jpg

Vittoria - Il successo ottenuto dal primo week end del Vittoria Jazz Festival ha favorito le ricadute positive sugli eventi inseriti in “Giugno d'arte e cultura a Vittoria”, la rassegna che, inaugurata lo scorso fine settimana, fa da contenitore e pubblicizza tutti gli appuntamenti di arti visive che il centro storico di Vittoria offre.
Grande affluenza e ottimi riscontri da parte del pubblico per la personale, promossa da Arte Viva Edonè e ospitata nella galleria di via Cavour 39, dedicata al grande artista francese Bernard Aubertin che ha piacevolmente colpito sia gli intenditori che i profani. Tra le opere più apprezzate la serie dei disegni di fuoco "Dessin de feu" risalente agli anni '70 ed i chiodi "Tableau Clouds", opere degli anni '60 in cui si percepisce la forte influenza che Gunther Uecker ed Enrico Castellani ebbero sull'artista, nel periodo in cui entrò a fare parte del Gruppo Zero. Molto apprezzata, inoltre, la varietà di stili delle opere in mostra nella piccola retrospettiva dedicata all'artista scomparso quasi dieci anni fa, Giancarlo Bonaccorsi. In esposizione circa 20 opere scelte dai curatori per dare una linea completa del percorso del catanese. Il primo week end ha fatto registrare un boom di presenze, con un pubblico estremante partecipe. La prossima settimana sarà presentato il catalogo della mostra che, come detto in precedenza, fa parte di un progetto itinerante che vedrà già entro il mese di giugno inaugurare un’altra retrospettiva in provincia. Nella galleria Edonè di via Cavour, inoltre, c’è la possibilità di ammirare anche due pezzi del designer vittoriese Marco Schilirò della serie “Take a drink”. Si tratta di tavoli/banconi realizzati in vetro cristallo. “Siamo sempre stati attivi nel realizzare eventi che possano suscitare l’interesse del pubblico – dicono i curatori Giovanni e Livio Bosco facendo riferimento alle due mostre – che ha molto apprezzato queste ultime mostre, da noi proposte. Un pubblico molto attento e curioso a testimonianza che la scelta di abbinare questi appuntamenti al Vittoria jazz festival si rivela vincente”.

Redazione