Appuntamenti Ragusa 12/06/2015 11:50 Notizia letta: 2446 volte

Mostra di Guccione a Ragusa, un corto

Di Gianni Mania e Andrea Errera
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/12-06-2015/1434102732-0-mostra-di-guccione-a-ragusa-un-corto.jpg&size=802x500c0

Ragusa - Con la proiezione di un cortometraggio realizzato da Gianni Mania e Andrea Errera si chiuderà la mostra del Gruppo di Scicli Colore per la terra. A Piero, per il suo ottantesimo maggio, curata da Elisa Mandarà e allestita a Ragusa, al Museo della Cattedrale presso Palazzo Garofalo. Domenica 14 giugno alle 19 è prevista la proiezione del ‘corto’ che racconta l’esposizione che ha accompagnato la partecipazione della Provincia Regionale di Ragusa a Milano Expo 2015. E proprio a Milano, all’interno del Cluster BioMediterraneo, lo scorso 29 maggio è stato proiettata un’anteprima del video, in occasione del concerto di Francesco Cafiso.
Dedicata agli ottant’anni del Maestro Piero Guccione, quale festa di compleanno della sua patria d’origine e dei suoi compagni di viaggio di una vita, l’esposizione ha visitato il tema fisico e metaforico della terra, registrando un ottimo numero di visitatori, che hanno potuto viaggiare tra le opere delle eccellenze iblee, i maestri Sonia Alvarez, Carmelo Candiano, Giuseppe Colombo, Piero Guccione Franco Polizzi, Giuseppe Puglisi, Franco Sarnari, Piero Zuccaro, i quali hanno consegnato alla fruizione di un pubblico vasto e assiduo un corpus importante quanto variegato di oli, pastelli e sculture, selezionati dalla curatrice Elisa Mandarà in coerente rispondenza al suggestivo tema della mostra, idealmente connesso al macrotema dell’Expo, Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita. Un tema che è stato abbracciato anche eticamente dalla manifestazione, poiché sono stati interamente devoluti all’Unicef i proventi del catalogo ragionato della mostra che raccoglie anche la ricca bibliografia critica relativa al Gruppo di Scicli, dalla celebre epigrafe di Renato Guttuso del 1981 a oggi.

Redazione