Attualità Scicli

A Scicli una mostra sul realismo informale

28 artisti

Scicli - Sabato sera si è inaugurata la mostra “Realismo Informale”, a cura di Antonio Sarnari, alle Quam di Scicli. Una galleria affollatissima ha presentato le opere di ventotto artisti, prevalentemente pittori siciliani ma non solo, svelando il percorso dialettico tra loro stessi, con approcci diversi e affinità linguistiche.
In mostra Ilde Barone, Sandro Bracchitta, Maria Buemi, Calusca, Alessandro Finocchiaro, Simone Geraci, Federica Gisana, Corrado Iozzia, Giovanni Lissandrello, Andrea Mangione, Marco Mangione, Saro Nuzzarello, Irina Ojovan, Ettore Pinelli, Catalin Pislaru, Cetty Previtera, Luigi Rabbito, Antonio Recca, Francesco Rinzivillo, Cristhian Rossi, Fabio Salafia, Franco Sarnari, Federico Severino, Nuccio Squillaci, Paolo Strano, Valerio Valino, Giovanni Viola, Piero Zuccaro. Questo progetto ha un taglio insolito e particolarmente ampio ma tiene insieme, in un equilibrio brillante, autori di generazioni diverse, linguaggi della figurazione e informali puri, spesso uno accanto all’altro, giovanissimi e artisti navigati, fra questi autori alla loro prima esposizione. “Realismo Informale – spiega Antonio Sarnari, curatore della mostra – è un esempio di progetti di ricerca, magari piccoli ma seri e meditati, che coinvolgono gli artisti in una vera riflessione tecnico-linguistica. Mostre che spesso diventano riferimenti per il futuro, per artisti e operatori del settore, che fanno maturare artisti e curatori. Certo non come tante mostre/mostri che si vedono in giro, con prodotti di basso profilo commerciale e particolarmente brutti, in cui molti artisti incappano loro malgrado (…)”.
Nel percorso artistico alle Quam spicca il lavoro di Valerio Valino, un grande pannello con una pittura schiumosa e plastica di grande impatto; il progetto installativo di Andrea e Marco Mangione “Brevi Distanze”, nella dimensione informale di prospettive cromatiche e giochi “optical”; ancora le opere di Cristhian Rossi, dalla semantica magmatica e primordiale, e molti altri lavori da scoprire direttamente in galleria. La mostra rimarrà aperta fino a domenica 19 luglio, con ingresso gratuito e visitabile da martedì a sabato e anche nel pomeriggio dei festivi, info allo 0932 931154.

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif