Cronaca Ragusa 30/06/2015 16:07 Notizia letta: 3050 volte

Picchia la moglie davanti alla figlia, arrestato 33enne

Era in affidamento ai servizi sociali
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/30-06-2015/1435673273-0-picchia-la-moglie-davanti-alla-figlia-arrestato-33enne.jpg&size=843x500c0

Ragusa - In ottemperanza all’ordinanza emessa dal magistrato di sorveglianza di Siracusa, il personale della Polizia di Stato di Ragusa in servizio presso la sezione volanti e l’ufficio misure giudiziarie della divisione anticrimine della Questura, nella giornata di ieri, ha proceduto a rintracciare ed eseguire la notifica del provvedimento di carcerazione, presso la casa circondariale di Ragusa, nei confronti di un 33 enne ragusano in riferimento al decreto di sospensione cautelativa dell’affidamento in prova al servizio sociale.

Il giovane, gravato da condanne e precedenti di polizia, era stato ammesso alla misura alternativa alla detenzione, in relazione alla pena residua da espiare per i reati di concorso in rapina aggravata ed altro e stava scontando la misura presso il domicilio.
Nei giorni scorsi lo stesso aveva un violento alterco con la convivente a seguito del quale la donna era necessitata a ricorrere alle cure del pronto soccorso e la situazione di conflittualità determinava, previa richiesta pervenuta al 113, l’intervento del personale della polizia di stato in servizio presso la sezione volanti.
Gli agenti recatisi presso l’abitazione dei due constatavano altresi’ la presenza di una minore e considerato pertanto la necessita’ ed urgenza di evitare che l’eventuale continuazione della coabitazione potesse determinare ulteriori criticita’, soprattutto per l’integrità psico-fisica della bambina, con l’ausilio di personale specializzato della sezione misure giudiziarie della divisione anticrimine, individuavano altra idonea struttura ove collocare temporaneamente il giovane consentendogli di ivi scontare la misura alternativa alla detenzione.
Per obbligo di legge, dell’intervento effettuato e delle ragioni di urgenza che avevano determinato di autorizzare il trasferimento del soggetto in altro domicilio, è stato informato il competente ufficio di sorveglianza di siracusa il cui magistrato ha poi emesso il provvedimento eseguito dagli agenti.

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif