Attualità Ragusa

I petrolieri che perforano Ragusa: il pallone può attendere

Royalties

Ragusa - Come dicono gli omini verdi di Greenpeace, la petrolizzazione del mare e del sud corre su una strada a senso unico, impossibile fermarla.
Il caravan petrol tour parte dalle masserie di Ragusa e farà buchi e pirtùsa anche lungo le coste sud occidentali del mar mediterraneo. Poi, tappa in salita, al largo, su su fino all’Adriatico. Trivelle in campagna e, per non fare invidia a nessuno, trivelle anche a mare. Il giro del petrolio italiano è appena iniziato.
Ma se per le autorizzazioni delle perforazioni in acqua salata la responsabilità ricade solo ed esclusivamente sul governo nazionale, lo stesso non si può dire per le trivelle da posizionare in terraferma. Renzi autorizza la presa del petrolio a mare, e in Sicilia, a Ragusa, il sindaco del movimento cinque stelle dà, invece, il benestare per la conquista dell’olio nero represso da secoli nel sottosuolo degli Iblei.
Che c’è di male? Nulla, si fa per dire. C’è un diavolo democratico che fa le pentole a Roma e un angelo anarchico dell’Eden a cinque stelle che a Ragusa ci mette pure il coperchio. La catena di montaggio del petrolio italiano, siciliano, è a dir poco perfetta. Maggioranza e opposizione uniti sotto la riga del petrolio, denominatore di ricchezze sempre più comune.
Accade, però, in queste ore, che la Irminio srl -l’impresa che ha ottenuto l’autorizzazione a perforare in contrada Buglia Sottana, bucolica periferia di Ragusa, per i meno aggiornati, parliamo della città più inquinata di barocco nel sud est della Sicilia- informi le redazioni dei giornali che “non c’è alcun interesse della società a sponsorizzare il Ragusa calcio”. Bene ha fatto la Irminio a precisare, anzi, benissimo! Così il Sindaco Piccitto imparerà presto a ricordare che royalties e sovvenzioni varie provenienti dal petrolio di Ragusa dovranno essere utili a creare nuovo lavoro e per aiutare le fasce più deboli della società. Non è proprio il momento di comprare attaccanti. E il No! della Irminio srl al Comune di Ragusa e al Ragusa calcio lo confermerebbe pure: l’eccellenza può attendere.

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif