Cronaca Pozzallo 07/07/2015 16:54 Notizia letta: 3834 volte

Pozzallo, un arresto per droga

E' un tunisino 29enne
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/07-07-2015/1436280932-0-pozzallo-un-arresto-per-droga.jpg&size=500x500c0

Pozzallo -  I carabinieri della Motovedetta CC813 di Pozzallo, nel corso di apposito servizio per la prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, la scorsa notte hanno tratto in arresto per spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a Pubblico Ufficiale, Lahmar Saber, tunisino di 29 anni, bracciante agricolo, pregiudicato.

I Carabinieri, infatti, hanno notato l’uomo che, con fare sospetto, si aggirava per le vie di Pozzallo. Dunque, i militari dell’Arma, insospettitisi, dopo averne seguito gli spostamenti, hanno sorpreso lo straniero mentre cedeva un involucro ad un’altra persona. Questi ultimi, accortisi della presenza dei Carabinieri, si sono dati subito alla fuga per le vie limitrofe. Tuttavia, gli uomini dell’Arma, dopo un inseguimento a piedi, hanno bloccato il tunisino che, al fine di sottrarsi al controllo, ha aggredito fisicamente i militari colpendoli con calci e spinte e cagionando ad uno di essi delle lesioni giudicate guaribili in 7 giorni.
In breve tempo i Carabinieri sono riusciti a bloccarlo e, sottoposto a perquisizione personale, è stato trovato in possesso di 0.6 grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish nonché di una somma in contanti pari a circa 350 euro in banconote di piccolo taglio, provento dell’attività di spaccio.
Al termine di tutti gli accertamenti, i militari dell’Arma hanno dichiarato in stato d’arresto lo straniero che, su disposizione del sostituto Procuratore di turno, Francesco Puleio, è stato trattenuto presso la camera di sicurezza della Stazione Carabinieri di Pozzallo in attesa del rito direttissimo fissato nella giornata di oggi.
Intanto i Carabinieri hanno sequestrato la somma in contanti provento dello spaccio e la sostanza stupefacente che verrà successivamente trasmessa presso il laboratorio analisi e, inoltre, stanno indagando per risalire alla provenienza della droga ed alla destinazione finale.

Redazione