Attualità Ragusa 14/07/2015 10:49 Notizia letta: 1764 volte

Gianni Battaglia: Vengo dopo il Pd

Segretario unanime
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/14-07-2015/1436864001-0-gianni-battaglia-vengo-dopo-il-pd.png&size=478x500c0

Ragusa - E’ stato eletto all’unanimità come segretario dell’Unione comunale del Partito Democratico di Ragusa l'ex sen. Gianni Battiglia.

Dei tre circoli Pd presenti in città (“Pippo Tumino”, il così detto “Secondo circolo” e “Rinascita democratica”) solo due avevano le carte in regola per contribuire con i propri delegati all’elezione del segretario dell’Unione comunale. Il circolo Pippo Tumino, nonostante sia stato il primo a nascere in città, ha deliberato nel 2014 di non avviare le procedure per comunicare gli iscritti al Partito, precludendosi di conseguenza la possibilità di partecipare alla vita democratica interna al partito.
A seguito dell’approvazione del regolamento dell’unione comunale di Ragusa da parte dell’Assemblea Provinciale, avvenuta all’unanimità da parte della stessa assemblea che ha eletto presidente Mario D’Asta, il 6 luglio è stato poi convocata per ieri pomeriggio, da parte del segretario provinciale, l’assemblea dell’unione comunale dopo che i due circoli avevano già eletto la platea dei delegati.
Venerdì 10 luglio il circolo “Rinascita Democratica”, in un comunicato, informa che a parer suo è ingiusto che all’assemblea dell’Unione non possano partecipare gli iscritti del circolo “Pippo Tumino” – che però risultano iscritti sì al circolo, ma non al Pd – e chiedono unità. Nessuna risposta dal “Secondo Circolo” che, invece, chiede il rispetto delle regole statutarie e, nel frattempo, procede agli adempimenti burocratici necessari per arrivare all’assemblea di ieri: convocazione dei delegati e indicazione di un candidato.
Domenica, dal Circolo “Rinascita democratica”, arriva una nota con la quale si informa che i propri delegati non avrebbero partecipato all’assemblea.
Nel primo pomeriggio di ieri, il segretario provinciale Denaro, con un’altra nota, chiede uno stop all’assemblea che si sarebbe riunita da lì a pochissime ore sulla base di una visione più unitaria. Tuttavia, il segretario del “Secondo Circolo”, si è rifiutato di obbedire all’indicazione del segretario provinciale sottoponendo la questione ai delegati che all’unanimità dei presenti hanno deciso di proseguire con l’assemblea e con l’elezione.
Il vice segretario provinciale del partito, Angela Barone, ha deciso di dimettersi dal suo incarico.

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1508745275-3-toys.jpg