Attualità Modica 17/07/2015 10:50 Notizia letta: 2532 volte

Dalla Florida a Modica, per ritrovare parenti e identità

La ricerca delle radici di Salvatore Blandino
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/17-07-2015/1437123025-0-dalla-florida-a-modica-per-ritrovare-parenti-ed-identita.jpg&size=536x500c0

Modica - Ospite di SI-Moutique, Salvatore Blandino, psicologo, con la moglie Tracy e i figli Olivia e Salvatore, nato a New York 50 anni fa da genitore modicano Francesco Blandino trasferitosi negli States nel 1963, in questi giorni a Modica accolto ed ospitato da Simona e Mario Incatasciato.
Era nel secondo dopoguerra quando Francesco Blandino, come tantissimi modicani, sceglie la via dell’emigrazione raggiungendo New York dove per 20 anni lavorerà in una fabbrica per la lavorazione del ferro. Lì conosce e sposa Concetta Stracquadanio, nata a New York da Michele Straquadanio anch’egli modicano, trasferitosi negli States all’inizio del 1900.
Dal matrimonio di Francesco Blandino e Concetta Straquadanio, originano quattro figli, Salvatore, Giuseppe, Frankie ed Adelina.
Negli anni ’80 del secolo scorso, la famiglia Blandino da New York si trasferisce a Fort Pierce, capoluogo della Contea di St. Lucie, Florida , nota come la Sunrise City (letteralmente: "la città dell'alba").
Qui il padre Francesco con il figlio Frankie mettono su una rinomata filiera di ristorazione, mentre l’altro figlio Salvatore laureatosi in Psicologia intraprende la libera professione divenendo Psicologo Forense, consulente dei più importanti Tribunali americani, per processi inerenti la grande e media criminalità.
Ora Salvatore è tornato a Modica, paese di origine del padre, per la terza volta, accompagnato dalla moglie e dai due figli tutti americani, dopo esservi stato nel 1979 e nel 1992 in compagnia degli zii.
La prima volta di Salvatore con la famiglia in terra iblea, con a disposizione appena otto giorni, avendo nelle settimane precedenti visitato Londra, Parigi, Ginevra, Milano(Expo), Venezia, Bologna, Roma, lo costringe ad un inusitato tour de force che gli consente comunque di riabbracciare tantissimi parenti, prevalentemente cugini, ed amici che hanno fatto a gara ad invitarlo a casa loro.
Nel Tour ibleo, supportati dai responsabili di Si-Moutique ed IngegniCultura, Salvatore e la moglie Tracy con i figli, hanno avuto modo di scoprire le eccellenze del territorio con le sue identità fatte prevalentemente di bellezze architettoniche, naturalistiche ed enogastronomiche.
La campagna, il mare ed i centri storici di Modica, Ragusa, Noto e Taormina sono stati i richiami attrattivi che li hanno particolarmente affascinati.
Nel saluto di commiato per Salvatore Blandino e per Mario Incatasciato, responsabile del brand SI-Moutique,un arrivederci con un comune auspicio: fare in modo che Modica territorio splendido ed unico, dalle grandi potenzialità turistiche, diventi sempre più e meglio meta di forestieri non solo europei ma anche d’oltre Oceano.
Con l’assicurata certezza, che comunque il “modicano” Salvatore Blandino, con i suoi familiari, saranno “ambasciatori” della città di Modica nel mondo ed in modo particolare nella Grande Mela

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg