Cronaca Vittoria 19/07/2015 13:39 Notizia letta: 6647 volte

E' qui la festa? Rissa fra rumeni, tunisini e vittoriesi

Un party movimentato
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/19-07-2015/1437306028-0-e--qui-la-festa-rissa-fra-rumeni-tunisini-e-vittoriesi.jpg&size=413x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/19-07-2015/1437306767-1-e--qui-la-festa-rissa-fra-rumeni-tunisini-e-vittoriesi.jpg&size=422x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/19-07-2015/1437306767-2-e--qui-la-festa-rissa-fra-rumeni-tunisini-e-vittoriesi.jpg&size=398x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/19-07-2015/1437306767-3-e--qui-la-festa-rissa-fra-rumeni-tunisini-e-vittoriesi.jpg&size=427x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/19-07-2015/1437306767-4-e--qui-la-festa-rissa-fra-rumeni-tunisini-e-vittoriesi.jpg&size=417x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/19-07-2015/1437306767-5-e--qui-la-festa-rissa-fra-rumeni-tunisini-e-vittoriesi.jpg&size=428x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/19-07-2015/1437306811-1-e--qui-la-festa-rissa-fra-rumeni-tunisini-e-vittoriesi.jpg&size=392x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/19-07-2015/1437306028-0-e--qui-la-festa-rissa-fra-rumeni-tunisini-e-vittoriesi.jpg&size=413x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/19-07-2015/1437306767-1-e--qui-la-festa-rissa-fra-rumeni-tunisini-e-vittoriesi.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/19-07-2015/1437306767-2-e--qui-la-festa-rissa-fra-rumeni-tunisini-e-vittoriesi.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/19-07-2015/1437306767-3-e--qui-la-festa-rissa-fra-rumeni-tunisini-e-vittoriesi.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/19-07-2015/1437306767-4-e--qui-la-festa-rissa-fra-rumeni-tunisini-e-vittoriesi.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/19-07-2015/1437306767-5-e--qui-la-festa-rissa-fra-rumeni-tunisini-e-vittoriesi.jpg
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/19-07-2015/1437306811-1-e--qui-la-festa-rissa-fra-rumeni-tunisini-e-vittoriesi.jpg

Vittoria - “È qui la festa? Si ma è privata, siamo tutti rumeni. Noi entriamo lo stesso! Scoppia la rissa tra rumeni ed un gruppo misto di vittoriesi e tunisini. Arresti domiciliari per tutti: è questo il risultato di una pesante rissa scoppiata stanotte davanti ad un famoso locale di Vittoria. Fra di loro, anche due donne. In tutto, sono 7 le persone arrestate dalla Polizia di Stato. 5, invece, i feriti in ospedale, soccorsi dal 118. Uno è ancora in gravi condizioni ma non è in pericolo di vita. L’intervento è stato eseguito stanotte dal Commissariato di Vittoria, di Comiso e dalla Sezione Polizia Stradale. Gli arrestati sono accusati del reato di rissa aggravata dall’uso di armi e dal ferimento dei partecipanti: si tratta di Grecu Nicolae Vasile nato in Romania nel 1970, Bedregeanu Iulian nato in Romania nel 1970, Corallo Denise nata a Vittoria nel 1981, Di Benedetto Eliana nata a Vittoria nel 1988, Sciortino Marco nato Vittoria, Khemiri Nejm Eddine Ben Laroussi nato in Tunisia nel 1984 e Ben Saad Anis nato in Tunisia nel 1989. Secondo quanto ricostruito dalla Polizia, tutto è iniziato con una chiamata di emergenza al 113: “C’è una rissa, vedo almeno 20 persone, hanno bottiglie e spranghe in mano, uno ha un cric, presto venite”, “Vi prego fate presto ci sono delle persone a terra, sono ferite, correte”. Questo lo stralcio di alcune richieste d’intervento fatte al 113 e tante altre sono giunte al 118, perché ieri sera a Vittoria davanti al locale “Il Ghiottone”, la scena che si è presentata agli avventori è stata tragica. La prima a chiamare è stata proprio la moglie del titolare del locale che diceva di avere problemi con alcuni soggetti che volevano entrare per bere ma il locale era stato riservato. All’interno del locale, infatti, c’era una festa privata di un giovane rumeno che faceva il compleanno ed aveva riservato la sala.
Durante i festeggiamenti si è presentato un gruppo composto da vittoriesi e tunisini che volevano entrare nel locale ma il titolare faceva presente che la serata era riservata e per tutta risposta proprio una delle ragazze ha sferrato due calci ma è stata allontanata. Il gruppo all’esterno della discoteca aveva già bevuto così come quello all’interno e quando sono intervenuti gli amici del festeggiato è stata subito rissa. La rissa è avvenuta utilizzato qualsiasi cosa fosse reperibile sul posto: bottiglie, cric di un’auto, spranghe, tavole di legno, ogni oggetto: secondo i testimoni, qualunque cosa andava bene. Pochi istanti dopo le prime richieste d’intervento, una pattuglia della Polizia Stradale è prontamente intervenuta e ha bloccato alcuni autori del reato. A dar subito manforte convergevano 2 Volanti da Vittoria ed una da Comiso. Le ambulanze del 118 intervenute immediatamente hanno iniziato a curare i feriti sul posto per poi trasportarli in ospedale. Le indagini sono state avviate subito sul posto e la Polizia ha provveduto a identificare i partecipanti alla rissa. I feriti, non contenti, avrebbero voluto continuare a colpirsi anche al pronto soccorso e per questo è stato chiesto anche l’ausilio del Commissariato di Comiso. Una volta sedati gli animi al pronto soccorso, la Polizia ha continuato le indagini ed ha accompagnato tutti in Commissariato a Vittoria. Al termine di tutti gli accertamenti di Polizia gli uomini intervenuti dal Commissariato di Vittoria, di Comiso e dalla Sez. Polizia Stradale distaccamento Vittoria, hanno proceduto all’arresto per rissa aggravata dei partecipanti. I feriti guariranno tutti entro 10 giorni escluso uno che dovrà attendere 30 giorni per un edema polmonare provocato da diversi colpi ricevuti alle costole che hanno compresso l’apparato respiratorio. Il Pubblico Ministero di turno ha disposto gli arresti domiciliari per tutti, compreso quello che si trova in ospedale e non potrà uscire se non prima avrà avuto l’esito del giudizio per direttissima.

Irene Savasta