Appuntamenti Ragusa 25/07/2015 14:45 Notizia letta: 2047 volte

Ai ragusani piace il jazz

Weekend musicale a Ibla
http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/25-07-2015/ai-ragusani-piace-il-jazz-500.jpg

Ragusa - Ieri sera, nella splendida cornice barocca di Ragusa Ibla, si è conclusa la prima serata dell'Eco Jazz Happening. Un pubblico stupendo, attento e numeroso, ha seguito i tanti artisti che si sono esibiti nelle tre piazze del primo festival jazz di Ragusa.

E' stato il trio di Marcello Arrabito ad inaugurare la kermesse, alle ore 19, in piazza G.B. Hodierna. Un trio di giovani artisti locali e talentuosi, sono riusciti, nonostante il sole ancora alto e le temperature non proprio clementi, ad incollare alle proprie sedie, e sui muretti della piazza, un pubblico entusiasta. Subito dopo, la festa si è sposta in piazza Chiaramonte, dove le note e le atmosfere, magistralmente dipinte dell'Alessandro Presti quartet, ha rapito ed incantato una piazza strapiena. Alle 21.30 è stata la volta di Dino Rubino, che, è proprio il caso di dirlo, è salito in cattedra con il suo pianoforte. Che cos'è il jazz? Non è chiaro, non lo puoi descrivere né raccontare, poi, però, ti siedi, senti e vedi, e così, stranamente, magicamente, tutto scompare, mentre tutto passa in secondo piano, qualcosa inizia a crescerti impetuosamente dentro. Lì inizi a capire. E' quasi un mistero alchemico, una mistica sensuale, ciò che accade in certe serate. Parliamo di atmosfere uniche, parliamo di sonorità, di colori capaci di rapirti e proiettarti lontano, o meglio, in una dimensione altra. Qualcuno, ieri, ha detto: "Lui, che ha le immagini e le racconta suonando il pianoforte, ed io nel pubblico a cogliere emozionanti frammenti". Questa è l'arte, questo è stato Dino Rubino. Questo è il jazz.
A seguire è stata la volta del Trio Med. Rita Marcotulli, Peter Erskine e Palle Danielsson, che, di certo, non hanno bisogno di alcuna presentazione. Tre mostri sacri, che non hanno deluso i tantissimi appassionati, che, in religioso silenzio, si son fatti ammaliare dalla batteria di Erskine, mirabilmente accompagnata dal contrabbasso di Danielsson e dal pianoforte della Marcotulli, salutati da una standing ovation emozionante.

E' tutto pronto per la seconda serata dell'Eco Jazz happening, che oggi avrà inizio, alle ore 19, a piazza Chiaramonte, con Peppe Trovato Trio. Poi, sarà la volta di Sandro Zerafa Trio, alle 20.30, in piazza G. B. Hodierna, ed infine, in piazza Pola, si esibirà, verso le 22, Patchwork Project 3. Altri tre concerti, ancora artisti di primissimo piano, un'altra serata memorabile.

Un ringraziamento particolare va all'Amministrazione comunale, che ha appoggiato, in vario modo, l'Organizzazione del Festival, ma anche e sopratutto ai tanti esercenti di Ibla, che hanno scommesso e creduto in questa tre gioni e naturalmente tutti gli sponsor della manifestazione.

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg