Appuntamenti Giarratana

5 agosto, col caldo arriva la Madonna della Neve

La Patrona

Giarratana - Il giorno clou della festa. E’ il momento speciale in cui si celebra la Patrona. A Giarratana è in programma domani, mercoledì 5 agosto, la solennità della Madonna della neve. E’ la data della tradizionale “Sciuta” oltre che della processione per le vie della città. La comunità dei fedeli è in gran fermento. E tutti sono pronti a partecipare a queste fasi attese con trepidazione da un anno. Molto ricco il programma degli eventi. Si comincerà di buon mattino per celebrare la solennità. Alle 7,30, infatti, nella basilica di Sant’Antonio Abate, la santa messa sarà animata dal comitato dei festeggiamenti. Alle 8,30, lo sparo dei colpi a cannone e lo scampanio di tutte le chiese annuncerà il giorno consacrato alla Madonna della neve. Quindi, alle 9, ci sarà il giro per le vie cittadine da parte del corpo bandistico “Vincenzo Bellini” mentre alle 10,30 è prevista l’esecuzione di marce sinfoniche in piazza. Alle 11 è in programma la solenne concelebrazione eucaristica presieduta da padre Raffaele Campailla, parroco di Maria Santissima Nunziata a Ragusa, e animata dal coro “Jubilate gentes” diretto dalla maestra Gianna Rizza. A fine celebrazione saranno consegnate ai devoti portatori le immaginette col cotone benedetto della Madonna delle Lacrime la cui reliquia rimarrà nel centro montano sino a stasera. Alle 12, il momento più atteso. Quello della Sciuta. Dalla basilica di Sant’Antonio Abate, annunciata dai tamburi di Giarratana e dallo squillo delle trombe egiziane, il cinquecentesco simulacro della Patrona sarà portato in processione a spalla per le vie del centro storico. Alle 12,30 l’ingresso e la visita alla chiesa di San Bartolomeo Apostolo, patrono della Città, con la preghiera dell’Angelus domini e l’omaggio floreale. Alle 13, ci sarà il rientro della processione in chiesa Madre con omaggio floreale a San Giuseppe. La festa proseguirà nel pomeriggio. Alle 16,30 il giro per le vie cittadine da parte del corpo bandistico con la conseguente esecuzione di marce sinfoniche in piazza. Alle 18, la sfilata lungo corso XX Settembre e corso Umberto I da parte dei tamburi di Giarratana. Alle 18,30 ci sarà la tradizionale cena con la vendita all’asta dei doni offerti. Alle 20, la solenne celebrazione eucaristica sarà presieduta da don Giuseppe Cabibbo, parroco della basilica Maria Santissima Annunziata di Comiso. Alle 21, dalla chiesa Madre, la processione serale, alla presenza delle autorità civili e militari. Questo il percorso che sarà seguito: chiesa Madre, corso Umberto I, corso XX settembre, via Vittorio Emanuele, via Verdi, via De Amicis, via Madonna delle Grazie, via del Mercato, via Garibaldi, via De Amicis, via Andrea Costa, corso Umberto, via dei Martiri, via dei Vespri, via Gulfi, via Bovio, via Can. Marziano, via Vittorio Emanuele, via dei Mille, via Calatafimi, via dei Martiri, via del Mercato, via Andrea Costa, corso XX Settembre, via Aldo Moro, via Garibaldi, via della Solidarietà, via Leopardi, via De Gasperi, via Garibaldi, via Marconi, corso XX Settembre, corso Umberto I, via Bovio, via Cairoli, via Verdi. Alle 23, nella basilica di Sant’Antonio Abate, ci sarà il tradizionale rientro del simulacro portato a spalla e accompagnato dal canto del “Magnificat” contrassegnato da un artistico spettacolo di fuochi sulla facciata della chiesa. Ci sarà quindi l’ingresso della processione e si proseguirà con la preghiera conclusiva di affidamento della città di Giarratana al patrocinio della Madonna della neve. Il simulacro sarà poi risistemato nella cappella dell’altare maggiore. Ultimo atto, a mezzanotte e mezza, i fuochi d’artificio, nella zona delle case popolari della Santuzza. E’ previsto uno spettacolare intrattenimento pirotecnico a cura della ditta Cav. Gennaro e Luigi Di Matteo da Sant’Antimo (Napoli).

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif