Appuntamenti Buscemi 07/08/2015 10:19 Notizia letta: 1561 volte

La casa del bracciante. Una notte al museo

Il 12 e 13 agosto
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/07-08-2015/1438935612-0-la-casa-del-bracciante-una-notte-al-museo.jpg&size=332x500c0

Buscemi - La manifestazione si propone di esplicitare le interconnessioni tra i prodotti del lavoro contadino e i saperi che li connotavano, offrire attraverso la proposta museografica la storia legata al prodotto, far gustare il lungo percorso del rapporto uomo-natura che c’è dentro un bicchiere di vino, nel pane e nell’olio. Un accostamento spesso trascurato e che dovrebbe essere invece il filo conduttore portante per fa si che si instauri un legame di conoscenza e di apprezzamento tra identità del territorio e la sua espressione colturale. Conoscere il passato per meglio apprezzare il presente e proiettarci in una proposta futuribile. Tutto ciò anche in riferimento al’’argomento mondiale relativo al cibo e alla cultura dell’alimentazione dell’EXPO di Milano.

La finalità generale è quella di contribuire alla promozione del patrimonio culturale materiale ed immateriale dell’identità iblea.

Nello specifico, ci si propone di realizzare un evento capace di diffondere e far comprendere un importante aspetto dell’identità siciliana e l’importante rapporto tra natura-cultura nella formazione di tale identità.

Si vuole favorire, quanto più possibile, la capacità di penetrazione in ambito nazionale ed internazionale di quegli itinerari siciliani legati all’enogastronomia e ai siti etnoantropologici della Sicilia orientale che, seppur esempi di eccellenza e di qualità nel panorama regionale, necessitano ancora di particolare sostegno e della realizzazione di eventi di attrazione per essere conosciuti dal
Grande pubblico.

L’evento è concepito, inoltre, come itinerario intercomunale: il percorso etnografico di
Buscemi, considerato un esempio unico in Europa, con le sue otto unità museali e il mulino ad acqua “Santa Lucia”, a Palazzolo Acreide.

Si intende, pertanto, promuovere un’immagine della Sicilia quale realtà culturale variegata e di spiccato valore qualitativo ed artistico-culturale, capace di proporre e promuovere una gamma quanto più completa di manifestazioni tra le quali eventi capaci di coniugare l’ identità culturale, l’arte, il gusto, la creatività ed il giusto equilibrio tra tradizione ed innovazione.
Attraverso l’itinerario composto dalla materialità degli strumenti, dalla bellezza e storicità dei luoghi, dalle immagini, dai suoni, e dalla dimensione dell’immaginario dell’ arte, il visitatore avrà la possibilità di calarsi pienamente nella specificità dell’identità iblea. L’evento si inquadra nella cornice di uno degli itinerari più suggestivi ma meno conosciuti della Val di Noto, quello tra Palazzolo Acreide e Buscemi che è caratterizzato da stato di “cristallizzazione” dei segni dell’economia e della cultura sedimentata nel territorio. All’interno di questi luoghi si è stati capaci di coinvolgere direttamente ed intensamente tanto l’ambiente urbano e rurale del territorio, quanto la comunità di individui che lo abita, realizzando, per ciò che già è, ma, soprattutto nella promettente prospettiva di sviluppi futuri, quel preciso ed indispensabile coinvolgimento della struttura socio-economica locale nella conservazione e nella valorizzazione del patrimonio culturale che è sicuramente un esempio e modello da proporre a fini turistici sostenibili.

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1508745275-3-toys.jpg