Attualità Modica 07/08/2015 13:32 Notizia letta: 2039 volte

Lavori pubblica utilità nel comprensorio di Modica, le domande

Scadono l'11 settembre
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/07-08-2015/1438947176-0-lavori-pubblica-utilita-nel-comprensorio-di-modica-le-domande.jpg&size=997x500c0

Modica - Scade l’11 settembre 2015 il termine per presentare la domanda di partecipazione al bando dedicato ai Lavori di Utilità Collettiva (LUC) della durata di 3 mesi nei Comuni di Modica, Ispica, Pozzallo e Scicli. L’iniziativa, realizzata dal Distretto socio-sanitario 45, mira a favorire l’aiuto economico per le persone disoccupate che vivono in uno stato di disagio familiare, facendole lavorare nel Comune di residenza per un periodo di tre mesi.

Nello specifico, il bando è rivolto ai componenti di famiglie in possesso di un indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) pari o inferiore al minimo vitale determinato dall’Inps, che abbiano la residenza nel Comune in cui presentano richiesta di partecipazione da almeno tre anni, che siano in possesso di permesso dì soggiorno di durata non inferiore a un anno e che non siano seguiti presso centri o strutture di accoglienza la cui retta è a carico totale o parziale del Comune di appartenenza.

Per partecipare ai LUC è necessario presentare istanza presso l’ufficio Servizi Sociali del Comune di residenza, corredata da copia del documento d’identità e del modello Isee o della dichiarazione sostitutiva unica rilasciata da un ente abilitato, riferita al beneficiario e a tutti i componenti del nucleo familiare. Il bando completo e l’istanza di partecipazione si possono ritirare presso i Servizi Sociali dei Comuni di Modica, Ispica, Pozzallo e Scicli oppure è possibile consultarli e scaricarli tramite il sito internet del Distretto socio-sanitario 45 (www.dss45.it).

Dopo l’11 settembre, la commissione del Distretto formata da quattro assistenti sociali, uno per ogni ente comunale, valuterà le istanze ricevute e stilerà una graduatoria per ciascun Comune, valutando una serie di criteri che vanno dal reddito alla tipologia del nucleo familiare (presenza di figli minorenni o maggiorenni, nuclei monogenitoriali, donne sole, abitazione di proprietà dell’Istituto Autonomo Case Popolari o del Comune o ancora in locazione da privati, presenza di soggetti in esecuzione penale).

Il Comune di Modica potrà avviare all’attività progettuale 76 utenti, il Comune di Scicli 36, il Comune di Pozzallo 26 e il Comune di Ispica 21. Chi si posizionerà nei primi 80 posti in graduatoria potrà svolgere i lavori di utilità collettiva dal mese di ottobre a dicembre 2015. I successivi 76 dal mese di gennaio a marzo 2016.

Redazione