Attualità Chiaramonte Gulfi

E a Caccamo suggerirono: Devi ringraziare il Comune!

Stampa e propaganda
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-08-2015/1439135219-1-e-a-caccamo-suggerirono-devi-ringraziare-il-comune.jpg&size=567x500c0
  • http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-08-2015/1439135163-0-e-a-caccamo-suggerirono-devi-ringraziare-il-comune.jpg&size=760x500c0
  • http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/09-08-2015/1439135219-1-e-a-caccamo-suggerirono-devi-ringraziare-il-comune.jpg

Chiaramonte Gulfi - Questa puntata la potremmo intitolare “il giallo degli avvicinatori seriali pro amministrazione”. Immaginate un Giovanni Caccamo che arriva a Chiaramonte Gulfi con la sua auto perché si deve esibire in serata . Il cantautore, in maniera del tutto fortuita, viene avvicinato da due personaggi non meglio identificati che si presentano a nome del Comune di Chiaramonte e gli suggeriscono di ringraziare dal palco l’amministrazione comunale per l’organizzazione del concerto. L’artista, giustamente, dopo la fine del concerto ringrazia il Comune. Peccato, però, che la serata non sia stata organizzata dal Comune ma dal comitato per i festeggiamenti in onore di San Salvatore. Il presidente del comitato, Giovanni D’Avola, subito dopo l’esibizione del cantante, lo mette a conoscenza della verità dei fatti. Giovanni Caccamo, allora, pretende di risalire sul palco, interrompendo l’esibizione del gruppo spalla e si scusa per la gaffe. Subito dopo, chiede ai membri del comitato di fargli visitare la chiesa del SS. Salvatore. Sembra surreale ma invece è proprio ciò che è accaduto ieri sera. Una serata veramente strana: già flagellata dal maltempo che ha costretto gli organizzatori a rimandare tutto di un’ora e mezza e a sovvertire la scaletta per paura delle piogge, la ciliegina sulla torta arriva per volontà dello stesso Caccamo che, in ogni caso, ha dimostrato grande umiltà e serietà pretendendo di risalire sul palco accompagnato dal presidente D’Avola e chiedendo scusa per la gaffe fatto a sua insaputa. Sugli avvicinatori seriali, invece, stendiamo un velo pietoso. Il presidente D’Avola, oltre a confermare personalmente la vicenda, anche su facebook, esprime il suo rammarico e il suo disappunto con un post.
Questo, il post originale:
“Nonostante le condizioni climatiche incerte la serata è riuscita alla grande, peccato solo che ciò ha influito sulla presenza di pubblico, che per paura di nuove piogge, non è potuta essere della serata senza però nulla togliere alla caratura dello spettacolo offerto.
Giusto per precisare...
In privato Giovanni Caccamo mi ha confessato che appena è arrivato in piazza, con la sua auto (e non con la scorta o qualche body guard) è stato avvicinato da un paio di soggetti non chiaramente, ma facilmente, identificabili i quali si sono presentati come promotore/organizzatore e finanziatore della serata suggerendogli di ringraziare il Comune di Chiaramonte in quanto patrocinatore. Lui sentendo ciò, a sua insaputa, ha ringraziato pubblicamente il comune e non chi REALMENTE ha organizzato con non pochi sacrifici e pagato l'intera serata ovvero il Comitato Festeggiamenti del SS. Salvatore collaborato dai numerosi sponsor. Sentendo ciò lo stesso Giovanni Caccamo, una persona disponibilissima, ha preteso di risalire sul palco per scusarsi della gaffe indotta da quei tizi e ha voluto che il sottoscritto fosse presente per ringraziarmi quale rappresentante del comitato. Questa è correttezza che denota la serietà di una persona nonché artista. Dopo di ciò ha voluto visitare la chiesa del SS.Salvatore che ha organizzato l'evento.
A quei furbi soggetti dico: farvi passare per ciò che non siete... non vi fate schifo da soli?”

http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1512997998-3-pirosa.gif