Attualità Chiaramonte Gulfi 10/08/2015 17:33 Notizia letta: 3392 volte

E' caccia al suggeritore a Chiaramonte

Dopo la gaffe propinata all'ignaro Giovanni Caccamo
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/10-08-2015/1439220864-0-e--caccia-al-suggeritore-a-chiaramonte.jpg&size=513x500c0

Chiaramonte Gulfi - E’ caccia all’uomo (o per meglio dire, agli uomini) a Chiaramonte Gulfi. In seguito ad un articolo pubblicato sul nostro giornale ieri, 9 agosto 2015, molte persone si sono legittimamente poste una domanda: chi saranno mai questi oscuri personaggi che, spacciandosi per gente proveniente dal Comune, hanno chiesto al cantante Giovanni Caccamo di ringraziare il Comune stesso per la serata organizzata? Serata, invece, organizzata dal Comitato per i festeggiamenti in onore di San Salvatore. L’identikit dei due non è ancora disponibile: sicuramente due uomini, ma per il resto rimane buio totale. Il presidente Giovanni D’Avola, secondo quanto ricostruito da lui stesso nell’ormai celebre post su facebook, e poi confermato personalmente, non ne sa nulla. E’ ragionevole pensare che neanche Caccamo ne sappia qualcosa, non essendo chiaramontano e non conoscendo la gente del posto. Una vicenda dai contorni grotteschi, a tratti divertente che, evidentemente, non è stata presa bene dal sindaco Vito Fornaro che affida anche lui all’ormai onnipotente e onnipresente facebook il suo sfogo che, di seguito, riportiamo integralmente: “Premesso che Giovanni Caccamo ha ringraziato il Comune e quindi l'intera comunità, e non l'Amministrazione o il Sindaco, è bene precisare che il Comune di Chiaramonte Gulfi partecipa alle feste religiose con un contributo e con la logistica quale palco, transenne, discesa Enel in piazza per l'illuminazione e per il concerto. È chiaro che l'organizzazione della festa è del comitato e che il ruolo dell'Amministrazione è di supporto. Nessuno dell'Amministrazione Comunale, nè tantomeno il sottoscritto ha bisogno di questa ridicola pubblicità, per questo, visto che Giovanni D'Avola ha le idee chiare sui suggeritori, domani mattina denuncerò alle Autorità competenti questa squallida vicenda, supportata anche da certa stampa di basso livello. Anche se indignati e stupiti con piacere parteciperemo alla festa del SS. Salvatore, festa della città e di tutta Chiaramonte. Patroni u Munnu Viva”. E’ questo è tutto ciò che il sindaco al momento ha dichiarato. Ringraziandolo per il giornalismo di basso livello, è stato chiesto formalmente al sindaco di replicare, qualora lo desiderasse, e di fornire la sua opinione sulla faccenda. Il sindaco, al momento, fa sapere di voler declinare l’invito. Una vicenda che poteva risolversi con una presa di distanza da parte dell’amministrazione (mai accusata di nulla in verità), ma che invece ha un polverone e una caccia alle streghe inutile, visto che adesso un po’ tutti, anche per mera curiosità, continuano a chiedersi chi diavolo possano mai essere questi due avvicinatori.

Irene Savasta
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg