Attualità Ispica 17/08/2015 20:19 Notizia letta: 2544 volte

A Ispica il mondo è una saia

Canali di scolo
http://www.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/17-08-2015/1439835612-0-a-ispica-il-mondo-e-una-saia.jpg&size=583x500c0

Ispica - L’avviso pubblico per la pulizia dei canali di scolo ha dato il via a queste intense giornate. Il Sindaco Muraglie avvisa tutti i proprietari e detentori, a qualsiasi titolo, dei terreni attraversati dalle saie, che è fatto loro obbligo di eseguire i lavori di manutenzione e di pulizia entro il mese di settembre e, comunque, ogni qual volta si renda necessario, per evitare l’allagamento dei terreni e delle abitazioni ivi esistenti, garantire il deflusso regolare delle acque meteoriche, assicurare la tutela dell’incolumità pubblica e non arrecare danni ai beni mobili e immobili. Nei confronti dei proprietari che non provvederanno all’esecuzione dei lavori di manutenzione delle saie saranno adottati i provvedimenti previsti dalla legge.
“Il bassopiano ispicese – spiega il Sindaco Muraglie – è soggetto a rischio idraulico in quanto l’area presenta una morfologia pianeggiante in corrispondenza dei depositi palustri e delle sabbie costiere e, quindi, a rischio di allagamenti poiché l’intera area è attraversata da un reticolo di canali di scolo (le saie) per lo smaltimento delle acque meteoriche e della falda freatica superficiale. I canali di scolo insistono – evidenzia – all’interno di terreni privati che necessitano, periodicamente, di opere di manutenzione necessaria a favorire la funzionalità del deflusso delle acque meteoriche al fine di scongiurare il dissesto idrogeologico e assicurare la tutela dell’incolumità pubblica, non arrecando danni ai beni mobili e immobili. Tenuto anche conto che – conclude – le perturbazioni meteorologiche dell’imminente stagione autunnale sono sovente caratterizzate da piogge di forte intensità e persistenza e che al loro ripetersi potrebbe provocare danni a persone e cose”.
Il Sindaco e gli Amministratori hanno poi proceduto coi “Luc”, non dimenticando la solidarietà sociale. Nell’ambito dei percorsi d’inclusione lavorativa di persone svantaggiate, ben 21 utenti ispicesi svolgeranno Lavori di Utilità Collettiva per 3 mesi, procedendo nell’ottica di un progetto educativo sulla persona che supera il mero assistenzialismo. Il primo gruppo sarà avviato nel mese di ottobre, il secondo gruppo da gennaio a marzo 2016. Percepiranno 250 euro al mese. I requisiti previsti per l’ammissione sono: residenza nel Comune di Ispica da almeno tre anni; stranieri residenti che siano in possesso di carta di soggiorno o permesso di soggiorno di durata non inferiore ad un anno; situazione reddituale, pari o inferiore al minimo vitale determinato dall’Inps; utenti che non siano accolti presso centri o strutture di accoglienza la cui retta è a carico totale o parziale del comune di appartenenza. Gli interessati possono recarsi presso gli uffici di Servizio sociale per ritirare il modulo di ammissione con l’elenco della documentazione richiesta, che va presentato entro l’11 settembre 2015.
Il Primo Cittadino e gli Amministratori hanno dovuto inoltre fronteggiare l’emergenza/urgenza di importanti perdite d’acqua in città, a causa di notevoli guasti alle tubazioni, risultando seriamente compromesse. Gli interventi sono stati effettuati e, già, portati a compimento sulla Statale 115 che attraversa Ispica, in via Toscana, in via Etna, in via Costanzo Ciano, in via Monti Iblei, ben due interventi in via Raffaello, via Fratelli Bandiera e via A.Moro.
Il Sindaco Muraglie e l’Amministrazione comunale stanno provvedendo alla pulizia di Scala San Francesco, del campo sportivo “G.Moltisanti”. Rimossi gli sfalci di potatura a Santa Maria del Focallo, che incivilmente erano stati abbandonati sul ciglio della strada.
 

Redazione
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg